30 agosto 2011 / 06:13 / 6 anni fa

Libia, rischio mine intorno a giacimenti - Scaroni a stampa

MILANO (Reuters) - Dopo sei mesi di guerra civile gli impianti libici versano in condizioni piuttosto buone, occorre ora verificare lo stato dei giacimenti dal momento che esiste il rischio di mine poste dalle milizie del colonnello Gheddafi prima di abbandonare il terreno ai ribelli.

<p>L'amministratore delegato di Eni Paolo Scaroni in foto d'archivio. REUTERS/Carlos Garcia Rawlins</p>

Lo dice a ‘la Repubblica’ in edicola oggi l‘amministratore delegato di Eni Paolo Scaroni, che ha siglato ieri un memorandum con il Cnt (Consiglio nazionale di transizione) per la ripresa degli scambi energetici tra Italia e Libia.

Scaroni esclude poi problemi a livello di manodopera per i cane a sei zampe, primo operatore straniero in greggio libico.

“L‘Eni ha da sempre grossi effettivi di maestranze locali. E poi, anche la monaodopera straniera, prima o poi, tornerà”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below