17 agosto 2011 / 07:27 / tra 6 anni

Borsa Milano chiude in rialzo, meglio di Europa, volumi sottili

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in rialzo, dopo aver accelerato sulla scia dell‘apertura positiva di Wall Street, sostenuta da alcuni titoli bancari in una seduta dai volumi sottili.

<p>Borsa di Milano in foto d'archivio. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

L‘indice italiano, che da inizio anno ha sottoperformato rispetto ai principali listini europei, creca di recuperare il terreno perduto.

“L‘Italia è stata oggetto di particolari vendite negli scorsi mesi, ha già scontato quindi una buona parte della negatività dei mercati” sottolinea un gestore.

L‘indice Ftse Mib ha chiuso in rialzo dell‘1,27%, meglio dell‘indice europeo FTSEurofirst 300 che ha limitato i guadagni allo 0,31%. L‘Allshare è salito dell‘1,19%. Volumi per 1,7 miliardi di euro circa.

* Bancari in ordine sparso, ma nel complesso meglio del settore a livello europeo. INTESA SANPAOLO (+2%) e le popolari hanno terminato la seduta con buoni rialzi, mentre UNICREDIT ha chiuso in calo dell‘1,6%., replicando l‘andamento negativo di ieri.

“La banca è accreditata di forti probabilità di un aumento di capitale nei prossimi mesi”, spiega un trader. I vertici dell‘istituto hanno più volte smentito la necessità immediata di una ricapitalizzazione.

L‘indice dei titoli bancari italiani (+0,3%) ha sovraperformato rispetto allo stoxx europeo di settore (-1,1%).

* Tonica ENI (+2,1%). Un broker stima che l‘impatto dell‘aumento della Robin Tax sulle società petrolifere italiane sarà molto limitato ed Eni trarrà beneficio dalla diversificazione geografica.

* Anche i titoli dell‘automotive hanno regitrato andamenti divergenti. Da una parte FIAT INDUSTRIAL e PIRELLI che hanno guadagnato quasi il 5%, dall‘altra FIAT ha chiuso in calo dell‘1%. Sulla casa automobilistica pesano anche i dubbi sulla joint-venture in India dopo le dichiarazioni di Ratan Tata che ha espresso la speranza di poter rinegoziare i termini dell‘accordo alla luce dei risultati non soddisfacenti. [ID:nLDE6B20YS]. Lo stoxx europeo dell‘auto ha chiuso in sostanziale parità.

* Rimbalzano SNAM e ENEL dopo le perdite di ieri causate dall‘estensione dell‘ambito di applicazione della Robin Tax, mentre TERNA perde un ulteriore 0,96%. Stamane Hsbc ha tagliato il giudizio su Terna a ‘neutral’ da ‘overweight’ e i target price di Enel e Snam.

* Tonica TELECOM ITALIA dopo il ribasso di ieri e anche FONSAI, che da inizio anno ha comunque perso oltre il 50% in borsa.

* FINMECCANICA (-2,6%) è stata il peggior titolo dell‘indice principale. Oggi Citigroup ha tagliato il rating sul titolo a “sell” da “hold” e rivisto al ribasso il target price a 4 da 8 euro.

* STM ha chiuso in calo dell‘1,25%, in sintonia con il settore tecnologico a livello europeo, che ha risentito della revisione al ribasso della guidance di Dell.

* Balzo delle società biotech. MOLMED balza ha messo a segno un balzo del 36% dopo l‘ottenimento di un brevetto europeo per la terapia cellulare TK e ha trainato CELL THERAPEUTICS (+24,47%).

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below