12 agosto 2011 / 11:18 / tra 6 anni

Italia verso manovra da 45 miliardi per pareggio nel 2013

di Francesca Piscioneri

<p>Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti. REUTERS/Tony Gentile</p>

ROMA (Reuters) - Il governo ha convocato per stasera un Consiglio dei ministri per approvare misure correttive dei conti pubblici pari a 45 miliardi di euro per raggiungere il pareggio di bilancio con un anno di anticipo nel 2013 e riportare la fiducia sui mercati.

L‘entità della manovra è stata annunciata dallo stesso Silvio Berlusconi ai rappresentanti degli enti locali in un incontro a palazzo Chigi.

“Il governo varerà una manovra da 20 miliardi aggiuntivi nel 2012 e da 25 miliardi nel 2013”, ha detto una fonte presente all‘incontro.

Berlusconi ha anche confermato che una delle misure del decreto legge introduce una “imposta di solidarietà” per i redditi più alti, senza però entrare nei dettagli.

La manovra dello scorso anno ha introdotto per i dipendenti pubblici una riduzione dello stipendio del 5% per la parte di salario sopra i 90.000 euro e del 10% oltre i 150.000 euro.

I giornali di oggi ipotizzano che lo stesso possa essere fatto adesso per i dipendenti privati.

Per quanto riguarda la previdenza, l‘esecutivo sta valutando un aumento dell‘età di pensionamento ma non un taglio degli assegni.

Sul tavolo anche un aumento dell‘Iva.

ENTI LOCALI: MANOVRA DEPRESSIVA E ANTISOCIALE

Dei 20 miliardi totali previsti per il 2012, 6 verranno dai tagli ai costi dei ministeri e 6 dai tagli ai trasferimenti agli enti locali, ha spiegato al termine dell‘incontro il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

Gli 8 miliardi mancanti, secondo il governatore lombardo, dovrebbero arrivare da un aumento dell‘Iva, un innalzamento dell‘età pensionabile e l‘annunciato contributo di solidarietà.

“Non ci sarebbero tagli alle pensioni”, ha detto ancora Formigoni.

Per il 2013 sono previsti altri tagli per 2,5 miliardi ai ministeri mentre i trasferimenti agli enti locali saranno ridotti di altri 3 miliardi.

In particolare i tagli ai trasferimenti previsti per il 2012 riguarderanno per 1,7 miliardi i Comuni; 0,7 mld le province; 1,6 mld le Regioni a statuto ordinario e per 2 mld quelle a statuto speciale, cifre che saranno dimezzate nel 2013.

“La manovra ha effetti depressivi e antisociali perchè colpisce le persone meno abbienti. La nostra proposta è di abolire questi tagli a regioni, provincie e comuni e sostituirli con altri”, ha detto il governatore della Regione Lombardia Roberto Formigoni.

Nello stesso incontro Tremonti, ha riferito un altro partecipante, ha annunciato una possibile riduzione delle province e un progressivo accorpamento dei comuni. Al momento nessun taglio sulla sanità.

Formigoni, in una conferenza stampa con i rappresentanti di regioni ed enti locali, tutti molto critici con la manovra del governo, ha annunciato che il decreto “non sarà blindato, ci sarà spazio per il confronto”.

“Il governo ha proposto di anticipare l‘Imposta municipale unica da subito e noi siamo disponibili”, ha aggiunto Graziano del Rio, vice presidente vicario dell‘Anci.

Il ministro Tremonti, sempre secondo Formigoni, non ha confermato la disponibilità dei fondi Fas, da poco concordata con le Regioni. “Abbiamo chiesto se il fondo Fas è confermato compresa la difesa del suolo, Tremonti ha detto: Stiamo facendo una verifica”. Si tratta di 2,146 miliardi di cui 1,2 mld in disponibilità dello Stato e 946 milioni per le Regioni.

--Ha collaborato Roberto Landucci

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below