9 agosto 2011 / 06:48 / tra 6 anni

Crisi, Bonanni alla Stampa: le pensioni non si toccano

ROMA (Reuters) - Le pensioni non si toccano, se non dopo la riforma dello Stato e l‘introduzione della patrimoniale. E’ il messaggio lanciato oggi dal leader della Cisl Raffaele Bonanni al governo, alle prese con la necessità di anticipare al 2013 il pareggio di bilancio.

“Ancora tagli alle pensioni? La Cisl non darà alcun consenso su questo”, ha detto Bonanni in un‘intervista pubblicata oggi dal quotidiano La Stampa.

“Non c’è nessun paese in Europa e nel mondo con un livello tanto pletorico e complicato di istituzioni. E poi ci sono le municipalizzate... Poi - prosegue Bonanni - bisogna anticipare la riforma fiscale, anche aumentando l‘Iva, ma riducendo l‘Irpef. Bisogna colpire le rendite finanziarie... E poi io sono per la patrimoniale, ovviamente senza toccare la prima casa”.

“Se fanno le cose che abbiamo detto - politica, Iva, rendite, patrimoniale - tirano su un sacco di soldi, e le pensioni non c’è bisogno di toccarle”.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below