4 agosto 2011 / 07:18 / tra 6 anni

Giappone interviene su cambi, banca centrale allenta

TOKYO (Reuters) - La autorità nipponiche sono intervenute sul mercato dei cambi con vendite di yen e la banca centrale ha varato nuove misure espansive di politica monetaria. Così ha fatto ieri anche l‘istituto centrale elvetico nell‘identico sforzo di frenare l‘apprezzamento della valuta, come quella giapponese considerata investimento rifugio nell‘attuale crisi delle principali areee economiche.

<p>Un tabellone mostra i cambi di valuta. REUTERS/Kim Kyung-Hoon</p>

L‘intervento segue giorni di moniti ufficiali da parte di Tokyo, secondo cui un eccessivo apprezzamento del cambio minaccia di far deragliare la modesta ripresa economica dopo il devastante sisma di metà marzo seguito dalla crisi nucleare.

Il ministro delle Finanze Yoshihiko Noda, secondo cui l‘intervento è “appropriato e tempestivo”, spiega che le autorità si sono consultate con i partner internazionali ma hanno agito di propria iniziativa e autonomamente, per contrastare un movimento giudicato speculativo ed eccessivamente brusco.

In un incontro con la stampa Noda illustra i provvedimenti adottati dal governo e precisa che Tokyo non ha un obiettivo specifico per il livello del cambio ma continua a monitorare il mercato, pronta a prendere le misure adeguate.

In materia di valuta il Giappone continuerà inoltre a comunicare con gli altri paesi

Le vendite di valuta nipponica hanno riportato il cross del dollaro/yen saldamente oltre la soglia di 79 - massimo delle ultime due settimane - dopo minimi in area 77,10.

Secondo l‘agenzia stampa ‘Jiji’ Banca del Giappone avrebbe venduto fino a 900 miliardi di yen.

“Il Paese si sta appena riprendendo dopo un disastro naturale, questo tipo di movimenti sui cambi hanno un impatto negativo sull‘economia e sui mercati finanziari” dice Noda alla stampa.

L‘intervento odierno ricalca quello della banca centrale elvetica ieri, che ha colto di sorpresa i mercati con un taglio dei tassi volto a disincentivare gli acquisti di valuta.

Nella percezione degli investitori, franco svizzero e yen sono considerati acquisti rifugio in ambito G10 alla luce della crisi del debito che attanaglia la zona euro e dei timori di una nuova recessione negli Usa.

Interrompendo in anticipo la riunione mensile di politica monetaria destinata a durare due giorni, Banca del Giappone ha annunciato che incrementerà i fondi da destinare agli acquisti di asset da 10.000 a 15.000 miliardi di yen.

Il provvedimento di politica monetaria è volto ad amplificare l‘impatto delle vendite di yen attraverso l‘iniezione di ulteriore liquidità sul mercato, mentre i tassi di riferimento restano stabili a 0-0,1%.

E’ ormai da ottobre 2010 che l‘istituto centrale si è impegnato a mantenere il costo del denaro in prossimità dello zero per combattere il rischio di deflazione, dunque gli interventi di politica monetaria avvengono agendo sull‘importo complessivo degli asset da sottoscrivere.

Banca del Giappone non dovrebbe inoltre procedere alla ‘sterilizzazione’ degli acquisti, ovvero il drenaggio di una quantità di fondi equivalente a quella erogata con l‘acquisto di valuta estera.

L‘apprezzamento di circa 5% messo a segno dallo yen da un mese a questa parte ha messo il governo sotto crescente pressione da parte dei grandi gruppi esportatori, che temono la forza del cambio.

Noda non ha voluto fornire dettagli sul valore dell‘intervento né specificare quali valute siano state acquistate contro yen.

Nessun accenno nemmeno all‘eventualità di tornare sul mercato, per quanto gli operatori riferiscano di nuovi interventi sporadici.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below