22 luglio 2011 / 17:23 / tra 6 anni

Mediobanca, più peso management in Nomine,limiti età cda

di Gianluca Semeraro

<p>Tarak Ben Ammar in foto d'archivio. REUTERS/Jean-Paul Pelissier</p>

MILANO (Reuters) - Comitato nomine più snello, con una presa diretta del management dell‘istituto sulle prestigiose partecipate, e limiti d‘età per vertici e consiglieri.

Sono queste alcune modifiche statutarie, approvate oggi dal patto di sindacato e dal Cda di Mediobanca, che saranno sottoposte al vaglio dell‘assemblea straordinaria del 28 ottobre.

L‘assemblea del patto ha anche approvato il nuovo testo dell‘accordo prevedendo, tra le altre cose, che Groupama possa apportare anche la sua quota fuori patto, pari a circa l‘1,84%, qualora Santusa Holding dovesse uscire e dare mandato a Mediobanca per la cessione della sua quota.

Questa novità sembrerebbe chiudere alla possibilità che nuovi soci entrino a far parte del gruppo C che comprende la cordata capitanata da Vincent Bollorè.

Il nuovo comitato nomine, organo cruciale in quanto deputato per l‘indicazione dei vertici delle principali controllate - Generali, Rcs e Telco -, sarà composto da cinque consiglieri, non più sei, di cui i tre membri di diritto (presidente, AD e DG) e due consiglieri indipendenti.

Nella precedente composizione del comitato, oltre a Renato Pagliaro, Alberto Nagel e Francesco Saverio Vinci, erano presenti anche Dieter Rampl, in rappresentanza dei soci bancari, Marco Tronchetti Provera, per i soci industriali, e Bollorè per il gruppo dei soci esteri.

Il peso degli azionisti nelle nomine sulle controllate viene dunque meno a favore del management.

Per i consiglieri viene introdotto un limite d‘età di 75 anni, mentre per il presidente il tetto è fissato a 70 anni. Per AD e direttore generale il limite è di 65 anni per entrambi.

Con la scadenza del consiglio prevista a ottobre, l‘unico consigliere oltre i limiti d‘età fissati è Antoine Bernheim.

Altre modifiche riguardano l‘incremento da due a quattro del numero minimo dei consiglieri in possesso dei requisiti di indipendenza e la facoltà di ampliare fino a cinque (oggi sono tre) i componenti del comitato di controllo interno.

L‘attuale consiglio di Mediobanca prevede già cinque consiglieri indipendenti che sono Tarak Ben Ammar, Roberto Bertazzoni, Angelo Casò, Fabrizio Palenzona e Marco Parlangeli.

OK NUOVO TESTO PATTO, DI COMPOSIZIONE SI PARLA A SETTEMBRE

L‘assemblea del patto ha approvato il nuovo testo dell‘accordo all‘unanimità.

Il patto attuale ha scadenza a fine 2011 con possibilità di disdette anticipate a settembre. In uscita sono dati Sal.Oppenheim e Commerzbank, entrambe nel gruppo A dei soci bancari, e Santusa Holding del gruppo C degli esteri. Il patto post rinnovo quindi dovrebbe avere una quota minore rispetto al 44,5% attuale.

Di eventuali ingressi e uscite se ne parlerà in una nuova riunione a settembre la cui data non è ancora fissata. A oggi - secondo una fonte vicina al patto - non risultano richieste di disdette o ingressi.

Il nuovo accordo avrà durata biennale e prevede, per ciò che riguarda la composizione del Cda, che ciascun gruppo di azionisti (soci bancari, industriali ed esteri) indichi nella lista per la nomina del nuovo consiglio due candidati con i requisiti di indipendenza (prima era uno soltanto).

Inoltre i partecipanti al patto che abbiamo anche la qualifica di intermediati finanziari potranno detenere azioni Mediobanca in eccedenza rispetto ai limiti previsti per operazioni di trading o poste in essere con la clientela o sul mercato.

Soddisfazione è stata espressa da alcuni membri del patto al termine delle riunioni. “Tutto bene”, ha dichiarato Bollorè al termine del direttivo. “Nagel e Pagliaro sono molto efficienti e quindi è normale lasciarli lavorare come vogliono”, ha aggiunto il consigliere e socio di Piazzetta Cuccia.

Anche Rampl si è detto soddisfatto dell‘accordo raggiunto nel patto. “E’ un buon accordo”, ha dichiarato sottolineando che nell‘assemblea del patto non ci sono state tensioni “come detto da Bollorè”.

Una seconda fonte vicina al patto ha descritto un clima di “compattezza e armonia” tra i soci e ha riferito che la quadra del nuovo accordo è stata trovata nella serata di ieri.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below