20 luglio 2011 / 07:25 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude a +3%, parte caccia a titoli a buon mercato

MILANO (Reuters) - Gli investitori hanno cominciato a dare la caccia ai titoli dell‘azionario più a buon prezzo anche per rientrare - secondo un trader - dal prestito titoli che ha alimentato la speculazione al ribasso delle prossime settimane.

<p>Un'immagine della borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

Ciò spiega il rialzo dell‘azionario europeo e in particolare di Piazza Affari, che nelle fasi di ribasso era stato il mercato peggiore del Vecchio Continente e oggi segna la migliore performance.

Le speranze che si possano fare progressi sul fronte delle trattative sul debito Usa, alcune trimestrali migliori delle attese, come ad esempio Apple, e la possibilità che venga ampliato l‘arsenale del fondo di salvataggio europeo sono i pretesti per il rialzo.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo del 3,04%, l‘Allshare del 2,80%, lo Star lo 0,67%. Volumi per 2,4 miliardi. Rialzi sopra l‘1% per Londra e l‘1,5% per Parigi, mentre Francoforte resta indietro (+0,40%).

* Sulle banche incide positivamente anche il collocamento in borsa della spagnola Bankia, visto come uno dei passi cruciali per la ripresa del sistema finanziario in Spagna. “Il collocamento non è andato bene, ma almeno sono riusciti a condurlo in porto”, spiega un analista non citabile. Rialzi consistenti dunque per UNICREDIT, INTESA, BANCO POPOLARE e MPS.

* POP MILANO sale del 7% dopo l‘annuncio del piano industriale che si muove “nella direzione voluta da Bankitalia”, secondo un broker estero che tuttavia sottolinea le difficoltà nell‘attuale scenario per l‘aumento di capitale, la conversione del bond convertibile e il rimborso dei Tremonti bond.

* Vola FONSAI e trascina la controllata MILANO ASS., accelerando nell‘ultimo scorcio di seduta dopo che Fitch ha confermato i rating rimuovendo il credtiwatch negativo. In mattinata Fonsai aveva aggiornato i minimi di seduta poi si è mossa al traino degli altri finanziari. “E’ un titolo molto volatile: segue con un po’ di ritardo il rimbalzo dei finanziari. Alla luce della volatilità non stupisce che amplifichi il rialzo dei finanziari”, spiega un analista non citabile. Un trader cita invece voci di un richiamo di prestiti sul titolo con conseguenti ricoperture.

* AZIMUT accelera leggermente dopo che il Ceo Pietro Giuliani ha ribadito a Reuters la speranza di arrivare a un utile netto di 100 milioni nel 2011, non lontano da quello del 2010. [ID:nLDE76J0UD]

* Galvanizzato ieri da Hermes, che ha migliorato l‘outlook sull‘anno, il lusso rimane tonico. In evidenza TOD‘S e, fuori dal paniere principale, AEFFE e YOOX. Discorso a parte per FERRAGAMO, che corre dopo che Deutsche Bank ne ha avviato la copertura con ‘buy’.

* Bene MEDIASET che sovraperforma il settore. Il titolo è stato promosso a ‘buy’ da Ubs con alcune colleghe europee come ProSieben, MTG, M6 e TF1.

* FIAT beneficia del riavvio della copertura da parte di Goldman Sachs con ‘conviction buy’ e trascina al rialzo anche EXOR e FIAT INDUSTRIAL.

* MOLMED balza a +8% dopo aver precisato che l‘esposizione creditoria commerciale netta nei confronti della Fondazione Centro San Raffaele è “irrilevante”.

* KERSELF balza a +7%: ieri, l‘assemblea straordinaria ha deliberato un aumento di capitale riservato ad Avelar fino a 29,1 milioni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below