15 luglio 2011 / 07:55 / tra 6 anni

Italia, Schaeuble a stampa: situazione discreta, non è Grecia

BERLINO (Reuters) - La situazione italiana è discreta e non è paragonabile a quella greca. Ed è vero che il debito italiano è fuori dai parametri Ue, ma il nuovo indebitamento non desta preoccupazioni.

<p>Il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble in foto d'archivio. REUTERS/Tobias Schwarz</p>

Lo ha detto il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble in un‘intervista al Westdeutsche Allgemeine Zeitung di oggi parlando più in genrale della crisi della Grecia.

“L‘Italia è in uno situazione discreta e non può essere confrontata con la Grecia” ha detto Schaeuble, notando che il programma di risparmio in Italia dovrebbe fugare i timori del mercato.

“Il debito italiano certamente non è conforme alle norme europee, ma d‘altra parte il nuovo deficit non è davvero un motivo di preoccupazione e si sta rapidamente riducendo”.

Schaeuble ha aggiunto che non c’è “la minima ragione” per speculare sull‘eventualità che la zona euro possa andare in in aiuto dell‘Italia.

I titoli bancari e il mercato obbligazionario italiani sono stati colpiti da crescenti preoccupazioni che la terza più grande economia della zona euro possa essere il prossimo paese dopo la Grecia, l‘Irlanda e il Portogallo a subire il contagio del debito.

GRECIA VEDE FARE IN MODO DI POTER GESTIREIL SUO DEBITO

Proprio l‘aumento dei rendimenti obbligazionari italiani e spagnoli e l‘ulterioe declassamento di Portogallo e Irlanda, hanno portato la scorsa settimana a un cambiamento generale di approccio nei confronti della Grecia.

Secondo il ministro l‘Europa deve garantire che Atene possa finanziare il suo debito perché è ora in pericolo il concetto di euro. Allarmati da un peggioramento della crisi del debito zona euro, politici e banchieri stanno esaminando proposte radicali per salvare la Grecia, che comprendono un taglio netto dei propri debiti, dicono fonti ufficiali e bancarie.

Alla domanda se non è più contrario alla cancellazione di una parte del debito della Grecia, Schaeuble ha detto: “Dobbiamo fare in modo che la Grecia possa portare avanti e servire il suo debito”.

“La crisi di fiducia che innescata dalla Grecia sta ora preoccupando l‘euro nel suo complesso” ha detto Schaeuble. “Perciò dobbiamo affrontare questo problema in modo convincente”.

Tuttavia, Schaeuble ha detto che il problema di elevati livelli di debito nella zona euro non si risolvono “in una notte” e ha ancora una volta ha escluso la possibilità di un‘emissione congiunta di obbligazioni da paeso della zona euro.

Berlino conferma la sua linea secondo cui la Grecia è finanziata fino a settembre e che quindi non c’è fretta di trovare un accordo per un secondo salvataggio. Ciò tuttavia ha sollevato timori che i mercati possono sfruttare il vuoto di politica con un nuovo attacco nei confronti dei paesi con alto debito..

sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below