29 giugno 2011 / 16:03 / tra 6 anni

Borsa Milano chiude forte, brilla Fonsai, buon debutto Ferragamo

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in deciso rialzo, sostenuta dall‘approvazione da parte del parlamento greco al piano di austerità, cruciale per evitare il default del paese.

Gli indici milanesi, che hanno toccato i massimi intorno a metà giornata quando le attese di un ok al pacchetto di misure si sono rafforzate, hanno poi leggermente ritracciato - in sintonia con le controparti europee - dopo l‘esito del voto, lasciando spazio alla cautela in vista di un cammino che comunque per Atene si profila ancora lungo e non privo di ostacoli.

Il clima di ottimismo diffuso sui mercati ha favorito il rimbalzo tecnico di molti titoli, recentemente tartassati dalle vendite, tra cui le società della galassia Ligresti. In luce l‘esordio in borsa di Ferragamo, prima matricola 2011 sull‘Mta.

L‘indice FTSE Mib chiude in rialzo del 2,11%, l‘AllShare del 2,18% e il MidCap del 2,52%. Volumi nel finale per un controvalore di circa 2,9 miliardi di euro.

In Europa il benchmark FTSEurofirst300 sale dell‘1,7%.

* Proseguono anche oggi gli acquisti su FONDIARIA-SAI, che brilla con un +23% e scambi pari a 4,5 volte la media, e MILANO ASSICURAZIONI (+50%), entrambe sotto aumento di capitale. I diritti di FonSai balzano del 45% e quelli di Milano Assicurazioni quasi del 98%. La controllante PREMAFIN sale del 13%. Tra gli investitori si era diffuso “il panico pre-aumento e oggi è partito il ‘panic recovering’”, commenta un trader.

* Denaro anche su alcuni titoli industriali come BUZZI, che avanza di oltre il 7%, e PRYSMIAN, +3,5% dopo il calo di ieri.

* Bene anche IMPREGILO (+3%) dopo che la Corte di appello di Firenze ha assolto nel processo sui danni ambientali legati ai lavori dell‘alta velocità Bologna-Firenze l‘attuale AD Alberto Rubegni, che nel periodo 1998-2001 era a capo del consorzio Cavet, e tutti gli altri imputati. E’ stato anche cancellato il risarcimento da 150 milioni di euro a carico di Cavet, controllato al 75% da Impregilo. “Una notizia positiva e che segue quelle precedenti sui rifiuti in Campania”, commenta un trader.

* Il comparto bancario amplia i guadagni di ieri pomeriggio, sulla scia delle indicazioni positive sugli stress test degli istituti italiani. In particolare rimbalza MPS (+4,8%) dopo le vendite di ieri, mentre INTESA SANPAOLO e UNICREDIT registrano progressi nell‘ordine dell‘1,4%. Il comparto europeo segna un rialzo dell‘1,6%.

* MEDIASET, dopo aver toccato un nuovo minimo da inizio 2009 sul taglio del target price a 2,5 euro da parte di Nomura, si riprende e chiude a +3,4%. Acquistata anche TELECOM ITALIA, in rialzo del 3,8%.

* FERRAGAMO archivia la prima giornata di quotazione con un progresso del 10,5% rispetto ai 9 euro del collocamento, favorita da un prezzo di collocamento appropriato e dal clima favorevole sui mercati. Sulla sua scia salgono anche altri titoli del lusso come TOD‘S, +2,4%.

* In controtendenza CAMPARI che cede l‘1,5% dopo il rally di ieri.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below