27 giugno 2011 / 10:44 / 6 anni fa

Grecia, presidente Cef Grilli incontra banchieri a Roma

* Coinvolti lobby IIF e banche internazionali

* Incontro arriva dopo accordo tra banche francesi e Tesoro

* Intesa Parigi può essere modello per banche tedesche-fonti

di Stefano Bernabei

ROMA (Reuters) - Vittorio Grilli, presidente del Comitato finanziario ed economico europeo (Cef), sta incontrando a Roma le banche internazionali per discutere il loro coinvolgimento nel secondo salvataggio della Grecia.

Una fonte del Tesoro italiano ha detto che la riunione vede anche la partecipazione di esponenti della lobby bancaria Institute of International Finance (IIF) e che il tema dell‘incontro è “uno scambio di vedute sulla situazione greca”.

La fonte ha sottolineato che Grilli partecipa all‘incontro in qualità di presidente del Cef e non di direttore generale del Tesoro italiano e ha aggiunto che si tratta di un incontro “allargato”.

Sarebbero più di venti gruppi bancari internazionali a partecipare al meeting a porte chiuse che vede la partecipazione anche di diversi funzionari delle istituzioni europee.

Un giornalista di Reuters ha visto recarsi alla riunione al Tesoro anche rappresentanti di Intesa SanPaolo e di più di una decina di banche internazionali tra cui Barclays Plc.

Prima di recarsi al Tesoro i banchieri si erano riuniti nella sede romana di Intesa per circa due ore.

Un portavoce dell‘IIF ha confermato che il direttore generale Charles Dallara sta incontrando Grilli e partecipa “a incontri a Roma insieme ad altri rappresentanti del settore privato e pubblico”.

La stessa fonte ha aggiunto che Dallara si è incontrato recentemente con diverse istituzioni creditizie private e funzionari pubblici per fornire un sostegno informale al perseguimento di un secondo salvataggio della Grecia.

La settimana scorsa Dallara era ad Atene per discutere della crisi del debito.

I funzionari della zona euro stanno valutando come coinvolgere gli istituti di credito nel secondo bailout a favore di Atene facendo in modo che le agenzie di rating non dichiarino il paese insolvente.

Una fonte bancaria francese ha detto domenica che il Tesoro francese ha raggiunto un accordo con le banche per rendere più appetibile per i creditori l‘opzione di rollover o di rinnovo dei titoli di stato greci, confermando un articolo del Le Figaro.

Il ministro delle Finanze francese Christine Lagarde ha detto oggi che il governo ha raggiunto una bozza di accordo con le banche francesi per il rinnovo dei loro titoli di Stato greci.

“Abbiamo stilato una prima bozza”, ha detto ai giornalisti Lagarde prima di una conferenza stampa con il presidente francese Nicolas Sarkozy.

Subito dopo lo stesso Sarkozy ha precisato che il piano di rollover sarà basato su titoli a 30 anni.

Sempre stamani fonti vicine alle banche tedesche hanno detto che l‘accordo francese potrebbe essere una interessante base di partenza anche per loro.

“La proposta francese potrebbe essere un buon compromesso, che, da una parte, sottolinea la volontarietà del prolungamento delle scadenze e impedisce un credit event e, dall‘altra, include incentivi che la rendono accettabile ai creditori privati”, ha detto una delle fonti.

La questione sarà discussa oggi con il ministero delle Finanze, ha riferito un‘altra fonte.

(hanno contrivuito Giselda Vagnoni da Roma, Emmanuel Jarry da Parigi, Kathrin Jones e Philipp Halstrick da Francoforte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below