24 giugno 2011 / 12:17 / 6 anni fa

Bini fiducioso Italia creerà condizioni uscita da Bce

MILANO (Reuters) - Il governo italiano ha preso l‘impegno con la Francia e Lorenzo Bini Smaghi per presentare al banchiere fiorentino una proposta lavorativa che gli permetta di uscire dal consiglio esecutivo della Banca centrale europea senza ledere l‘indipendenza dell‘istituto.

<p>Lorenzo Bini Smaghi, uno dei candidati a diventare il prossimo governatore della banca d'Italia. REUTERS/Max Rossi</p>

Lo riferisce a Reuters una fonte vicina alla situazione, aggiungendo che lo stesso Bini Smaghi è fiducioso che ci siano le condizioni per una sua uscita dall‘executive board entro fine anno.

“Il governo italiano si è impegnato con Parigi e con il banchiere a presentare un‘offerta lavorativa che gli consenta di lasciare la Bce senza ledere l‘indipendenza dell‘istituto”, riferisce la fonte.

“Il banchiere non ha dato le dimissioni”, ha precisato la fonte. “Ma è fiducioso che si verifichino le condizioni per una sua uscita dal board entro fine anno”.

La fonte ha confermato i contatti intercorsi stamattina tra il presidente del consiglio Ue Herman Van Rompuy, il presidente francese Nicholas Sarkozy e Bini Smaghi, sui quali poi sono giunte dichiarazioni anche dei due presidenti

“Quello che Bini Smaghi ha detto a Van Rompuy e Sarkozy è di essere fiducioso che entro l‘anno si verificherà quanto promesso dal governo italiano per rendere possibile la sua uscita dal board”.

Il mandato del banchiere fiorentino all‘interno del consiglio esecutivo della Banca centrale europea termina nel maggio 2013. Tuttavia la Francia, appoggiando Mario Draghi alla presidenza della Bce al posto di Jean-Claude Trichet, aveva chiesto al governo italiano di liberare il posto occupato da Bini Smaghi per un banchiere francese con l‘arrivo di un altro italiana a Francoforte. Le pressioni politiche sul banchiere fiorentino hanno, però, fatto scattare il rischio di danneggiare l‘indipendenza della Bce dal momento che i membri del consiglio esecutivo dell‘istituto sono inamovibili e, una volta nominati, non sono rispondono ai singoli governi ma rappresentano invece gli interessi dell‘intera zona euro.

Dopo i contatti stamane tra Van Rompuy, Sarkozy e Bini Smaghi, è giunta la notizia della nomina ufficiale da parte del consiglio europeo di Draghi alla presidenza Bce, ultimo tassello di una complessa trattativa diplomatica.

Bini Smaghi è uno dei candidati alla successione di Draghi al vertice della Banca d‘Italia, insieme a Vittorio Grilli, direttore generale del Tesoro, e Fabrizio Saccomanni, direttore generale della Banca d‘Italia.

(Francesca Landini e Gavin Jones)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below