24 giugno 2011 / 12:02 / 6 anni fa

Bankitalia, Berlusconi: Bini Smaghi tra candidati

di Giselda Vagnoni

<p>Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. REUTERS/Sebastien Pirlet</p>

BRUXELLES (Reuters) - Lorenzo Bini Smaghi, membro italiano del comitato esecutivo della Banca centrale europea, è, insieme con il vice direttore generale della Banca d‘Italia Fabrizio Saccomanni e con il direttore generale del Tesoro Vittorio Grilli, tra i candidati del governo per la successione al governatore Mario Draghi.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al termine del Consiglio dei capi di Stato e di governo che ha ratificato la nomina di Draghi alla guida della Banca centrale europea da quando, il primo novembre, scade il mandato del francese Jean-Claude Trichet.

“Tra questi tre nomi verrà scelto il nome del capo della Banca d‘Italia che verrà proposto al Capo dello Stato”, ha detto Berlusconi nella conferenza stampa al termine del Consiglio Ue a Bruxelles. “Sono personalità assolutamente in grado di assumere questa responsabilità”, ha aggiunto.

Il presidente del Consiglio, cui spetta di proporre il nome del nuovo governatore a Giorgio Napolitano sentito il governo e il Consiglio superiore della Banca d‘Italia, ha detto che la “proposizione verrà presentata al Capo dello Stato, immagino la prossima settimana”.

Bini Smaghi è stato il convitato di pietra del vertice Ue di ieri e oggi perché il suo posto in Bce è stato promesso dall‘Italia alla Francia in cambio dell‘appoggio di Parigi a Draghi.

Una norma non scritta prevede, infatti, che il comitato esecutivo di sei membri della Bce rappresenti tutti e quattro i grandi Paesi dell‘euro e, con l‘uscita di Trichet, la Francia non avrebbe più avuto alcun consigliere contro i due dell‘Italia.

Fino a stamattina, però, Bini Smaghi, che aveva fatto sapere di puntare alla guida della Banca d‘Italia, ha resistito alle richieste di dimissioni rivoltegli da Berlusconi.

La Bce ha fatto sapere che i consiglieri, una volta eletti, sono indipendenti dai governi nazionali e si possono dimettere solo in modo spontaneo.

La posizione di Bini Smaghi ha messo in imbarazzo Berlusconi e irritato la Francia che ha fatto slittare a oggi da ieri la ratifica formale della nomina di Draghi e fatto ventilare ulteriori rinvii.

La svolta è arrivata stamattina quando fonti europee hanno riferito che Bini Smaghi aveva dato assicurazioni al presidente del Consiglio Ue Herman Von Rompuy e al presidente francese Nicolas Sarkozy che si sarebbe dimesso entro l‘anno, cosa poi confermata dallo stesso Sarkozy in conferenza stampa.

Un‘altra fonte vicina alla situazione ha detto a Reuters che il governo italiano ha preso l‘impegno con la Francia e Bini Smaghi per presentare al banchiere fiorentino una proposta lavorativa che gli permetta di uscire dal consiglio esecutivo della Banca centrale europea senza ledere l‘indipendenza dell‘istituto.

“Devo dare atto che Bini Smaghi ha dato il proprio contributo alla soluzione della vicenda”, ha detto Berlusconi: “Lo ringrazio per essersi messo a disposizione”.

Alla domanda di Reuters se ritenga che Bini Smaghi sia qualificato per svolgere il ruolo di governatore della Banca d‘Italia, il presidente del Consiglio ha risposto: “Non mi sembra che ci possano essere dubbi a riguardo visto l‘attuale incarico che svolge nel board della Bce”.

E successivamente ha aggiunto: “Non posso dire nulla sul nuovo incarico di Bini Smaghi perché ne stiamo trattando, come fin qui detto. La Bce è indipendente dai governi e quindi sia Trichet, sia Bini Smaghi la sottolineano sganciando la sua decisione dal passaggio di Draghi”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below