17 maggio 2011 / 08:32 / 7 anni fa

Forex, euro stabile dopo flessione ieri ma pesa Grecia

LONDRA (Reuters) - L‘euro si conferma stabile sul dollaro in mattinata, sopra i minimi da sette settimane toccati ieri, ma sempre a rischio di un ulteriore slittamento data la sostanziale incertezza che ancora regna sulla situazione debitoria europea.

L‘Eurogruppo, come atteso, non ha prodotto passi concreti sul fronte greco e anzi da Bruxelles è arrivata una prima apertura all‘ipotesi di un riscadenziamento del debito di Atene.

L‘euro-dollaro si mantiene stabilmente sopra quota 1,41 dopo essere scivolato ieri mattina fino a 1,4049, anche sulla scia della notizia dell‘arresto negli Usa del numero uno del Fmi Dominique Strauss-Kahn.

Gli operatori sottolineano tuttavia che la valuta unica, ai massimi da 17 mesi sul dollaro due settimane fa (a un passo da quota 1,50), potrebbe ora testare al ribasso la soglia di 1,40; il contesto di mercato sembra improntato a un progressivo ritorno dell‘avversione al rischio, mentre si sconta la possibilità di una smobilitazione delle posizioni corte sul dollaro accumulate nelle scorse settimane sulla base di attese di ulteriori rialzi dei tassi nella zona euro, a fronte invece di una Fed ferma su posizioni ultra-espansive.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below