12 maggio 2011 / 07:46 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude in calo, corre Impregilo, giù Prysmian

MILANO (Reuters) - La borsa di Milano ha chiuso in calo di oltre l‘1%, in sintonia con le altre piazze europee, zavorrate dai titoli legati alle materie prime.

<p>Le sede della borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

Sono state però le numerose trimestrali in calendario oggi ad attirare l‘attenzione degli investitori di Piazza Affari.

“Oggi i titoli si sono mossi sui risultati e su cose straordinarie” commenta un trader.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso in calo dell‘1,11%, l‘AllShare ha perso lo 0,97% e il Midcap lo 0,09%. Volumi consistenti, per un controvalore di 4,3 miliardi di euro.

* Bancari in ordine sparso. INTESA SP ha lasciato sul terreno l‘1,77% alla vigilia della trimestrale. POP MILANO ha invece guadagnato l‘1,16% in attesa del cda, in un mercato che ha scontato nelle scorse settimane l‘impatto dell‘aumento di capitale da 1,2 miliardi. Anche UNICREDIT (-0,36%) annuncerà i risultati questa sera.

* Chiude in rialzo dell‘1,63% TOD‘S, dopo che i risultati del primo trimestre hanno evidenziato ricavi ed Ebitda in crescita a doppia cifra. I ricavi, a 243,7 milioni, sono stati superiori alle attese degli analisti consultati da Thomson Reuters I/B/E/S, che avevano previsto 239 milioni.

* Forti guadagni per Impregilo (+3,13%) sulla notizia che il tribunale del Riesame di Napoli, in sede di appello, ha respinto una nuova azione cautelare presentata dai pm, che chiedevano il sequestro di 245 milioni di euro.

* Tonica anche CAMPARI (+2,42%) sulla scia dei risultati, che hanno visto la crescita a doppia cifra dell‘utile lordo e delle vendite, al termine di un trimestre caratterizzato da bassa stagionalità e storicamente non significativo per il gruppo di beverage. Diversi broker evidenziano come i risultati siano stati sopra le proprie attese. Centrobanca ha alzato il target price a 5,6 da 5,1 euro.

* EXOR ha chiuso in calo dell‘1,68%. Oggi la trimestrale ha evidenziato una crescita dell‘utile. La controllata FIAT ha perso il 2,4%.

* Accelera nel finale FONSAI (+2,63%), in attesa del verdetto della Consob sull‘esonero di Unicredit dal lancio dell‘opa.

* PARMALAT sostanzialmente stabile (a 2,64 euro) poco sopra la quota 2,6 euro dell‘opa. Il mercato guarda alla possibile revisione del prezzo dell‘offerta, anche se gli analisti sono piuttosto scettici.

* PRYSMIAN ha chiuso in calo del 2,64%. La società ha presentato oggi i risultati, ma il titolo era già in calo prima dell‘annuncio. Un broker sottolinea le difficoltà nella valutazione dei numeri, che includono l‘acquisizione e l‘apporto (un mese) della società olandese ai conti.

* Buon rialzo per BREMBO, che ha chiuso il trimestre con un utile netto in crescita del 68,6% su anno.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione, KME ha terminato la seduta in forte rialzo dopo i risultati.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below