5 maggio 2011 / 07:07 / tra 7 anni

Borse Asia poco mosse, pesa ritracciamento materie prime

HONG KONG (Reuters) - Le borse asiatiche sono sostanzialmente piatte penalizzate anche dal ribasso dei prezzi delle materie prime. L‘argento è in calo da cinque sedute consecutive ai minimi da un mese, mentre l‘euro ha consolidato i guadagni sul dollaro in vista della decisione della Bce oggi sui tassi.

<p>Un operatore di borsa REUTERS/Muhammad Hamed</p>

L‘argento è sceso del 20% rispetto ai massimi record intorno ai 50 dollari all‘oncia toccati lo scorso giovedì e ha contagiato anche altri mercati, come il petrolio, spingendo gli investitori a trarre profitto.

L‘indice regionale MSCI, che esclude Tokyo (oggi chiusa per festività) scende dello 0,08%.

“Questa è più di una fase di consolidamento e potremmo vedere un ritorno a doppia cifra verso il basso quest‘anno”, osserva un trader.

Sui singoli mercati, HONG KONG E SHANGHAI sono in lieve rialzo penalizzate dalla persistente debolezza dei titoli energetici.

Piatta anche SINGAPORE con gli investitori che prefersicono stare alla finestra in attesa del dato chiave sui disoccupati Usa venerdì che darà una visibilità più chiara sullo stato di salute dell‘economia americana.

Positiva TAIWAN grazie al balzo dei produttori di vetro e delle società elettroniche.

In lieve rialzo anche la borsa di SYDNEY, nonostante il calo delle materie prime, sulla scia del rally di National Australian Bank dopo le stime record di utili.

Sul sito www.reuters.it le altre notizia Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below