18 aprile 2011 / 09:03 / 7 anni fa

Italia, Ref stima Pil sotto 1% in 2011 e 2012

MILANO (Reuters) - L‘Italia è alle prese con un anno economico che si concluderà con una crescita del Pil limitata allo 0,7%, un balzo del tasso di inflazione al 2,5% e un aumento del rapporto debito/Pil oltre quota 120%. Unica nota positiva è il deficit/pil in calo al 4,0% dal 4,6% dello scorso anno. Il Pil, poi, si fernerà sotto l‘1% - a quota +0,9% - anche nel 2012.

<p>Italia, Ref stima Pil sotto 1% in 2011 e 2012. REUTERS/Pichi Chuang</p>

E’ questo il quadro che emerge dalle ultime previsioni del centro di ricerca Ref.

L‘Italia, spiega Ref che presenta le stime con cadenza trimestrale, ”sta traendo beneficio dal contesto internazionale più favorevole, ma, nonostante questo “l‘inizio d‘anno per la produzione industriale è stato molto debole”.

La crescita sul fronte interno “è penalizzata da una politica fiscale di segno necessariamente restrittivo”. Accanto a questo “il mercato del lavoro procederà a rilento e il potere d‘acquisto della famiglia sarà frenato dall‘aumento dell‘inflazione”.

Dal lato dei conti pubblici “il sentiero già tracciato... vede una riduzione che potrebbe condurre il saldo del 2013 vicino al 3% del Pil”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below