15 aprile 2011 / 09:07 / 7 anni fa

Italia, inflazione marzo +2,5%, massimo da novembre 2008

ROMA (Reuters) - Secondo le stime definitive di Istat, l‘indice Nic dei prezzi al consumo è salito nel mese di marzo dello 0,4% sul mese precedente e del 2,5% su anno, segnando l‘aumento tendenziale più alto da novembre 2008. A febbraio l‘indice era aumentato dello 0,3% in termini congiunturali e del 2,4% su base annua.

<p>Un'immagine di una serie di banconote da 50 euro. REUTERS/John Kolesidis</p>

L‘inflazione acquisita per il 2011 è pari all‘1,8%.

L‘inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, è pari all‘1,7%. Al netto dei soli beni energetici, l‘inflazione cresce in termini tendenziali dell‘1,9%.

La spinta alla‘inflazione, spiega Istat, deriva dalle tensioni sui prezzi dei beni alimentari e dei beni energetici non regolamentati. Pesano anche i trasporti e i servizi ricreativi.

I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza di acquisto salgono in termini tendenziali del 3,2% (+3,1% a febbraio).

L‘indice armonizzato Ipca ha segnato sempre in marzo una variazione del 2,2% su mese e di +2,8% su anno (massimo da ottobre 2008). Rispetto alle stime preliminari Istat ha rivisto sia la variazione congiunturale sia quella tendenziale al rialzo di 0,2 punti percentuali. Nel mese di febbraio l‘indice era salito dello 0,2% rispetto a gennaio e del 2,1% in termini tendenziali.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below