14 aprile 2011 / 08:33 / tra 7 anni

Bce, tensioni Medio Oriente pongono rischi inflazione e Pil

FRANCOFORTE (Reuters) - Le recenti tensioni in Medio Oriente e in Africa settentrionale potrebbero comportare pressioni al rialzo sull‘inflazione della zona euro nel breve termine e colpire la crescita economica. Lo mostra una ricerca della Bce pubblicata nel suo bollettino mensile.

<p>Il simbolo dell'euro davanti alla sede della Bce a Francoforte. REUTERS/Alex Domanski</p>

“I disordini politici in Medio Oriente e nelle regioni del Nord Africa presentano rischi al ribasso per l‘attività economica e rischi al rialzo per lo sviluppo dei prezzi nella zona euro nel breve termine” si legge sul bollettino Bce di aprile.

“Nel medio termine, la transizione politica nella regione, accompagnata dalle riforme economiche, potrebbe avere il potenziale per elevare la crescita e sviluppare stabilità nei paesi a sud della zona euro”.

L‘articolo aggiunge che le simulazioni hanno mostrato che un rialzo del 10% nel prezzo del petrolio riduce l‘attività economica della zona euro dello 0,25% dopo tre anni ed aumenta l‘inflazione di circa lo 0,2% nel primo anno e dello 0,45% dopo tre anni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below