12 aprile 2011 / 07:45 / 7 anni fa

Borsa Tokyo cede 1,7% su timori ricadute terremoto, volumi bassi

TOKYO (Reuters) - Il Nikkei ha ceduto l‘1,69% oggi, perdendo terreno per la seconda seduta consecutiva: crescono i timori che le conseguenze del terremoto dell‘11 marzo possano essere più serie del previsto e il Giappone ha stabilito che il livello di gravità della crisi nucleare è lo stesso di quello del disastro di Chernobyl del 1986.

Il benchmark giapponese ha terminato a 9.555,26 punti mentre il Topix ha lasciato sul campo l‘1,62% a 838,51. I volumi restano sottili in attesa che entri nel vivo la stagione delle trimestrali negli Stati Uniti e diventi più chiaro quali sono stati i danni del terremoto sulla supply chain globale.

Nel mirino delle vendite auto e produttori di elettronica, mentre la flessione del greggio ha incoraggiato le prese di beneficio sui petroliferi, spingendo il Nikkei sotto il supporto chiave di 9.612,51 punti, livello a cui sono state regolate le opzioni settimana scorsa.

Ancora sotto pressione nel finale Tepco, l‘operatore della centrale nucleare danneggiata dal terremoto.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in Italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below