4 aprile 2011 / 17:34 / tra 7 anni

Sea, in borsa a fine ottobre dopo ultimo via libera Comune

MILANO (Reuters) - Sea, la società di gestione degli aeroporti di Milano, intende sfruttare l‘ultima settimana di ottobre per quotarsi in borsa, secondo quanto riferito da una fonte vicina alla vicenda, dopo che oggi il Consiglio comunale di Palazzo Marino ha dato l‘ultimo disco verde all‘Ipo approvando una delibera ad hoc.

“Sea dovrebbe tentare la quotazione per l‘ultima settimana di ottobre”, ha detto oggi una fonte vicina alla vicenda senza fornire altri dettagli.

Alla fine del mese scorso il Consiglio comunale di Palazzo Marino aveva approvato il bilancio previsionale dando di fatto il via libera alla quotazione della società a Piazza Affari.

Nella delibera che ha ricevuto l‘ok oggi, anch‘essa necessaria alla quotazione, il Comune mette in chiaro che la propria partecipazione non scenderà al di sotto del 51% del capitale post aumento e dà il via libera anche alle modifiche statutarie necessarie per la quotazione, si legge in una nota.

“L‘operazione prevede esclusivamente un‘offerta in sottoscrizione di azioni di nuova emissione, mentre non contempla la cessione - da parte del Comune di Milano (azionista di maggioranza della società) o di altri soci attuali - di azioni esistenti di proprietà dei medesimi”, precisa Palazzo Marino, azionista per oltre l‘84% della società.

La diffusione delle azioni -- prosegue la nota -- si presume realizzata nella misura in cui i titoli siano effettivamente ripartiti tra il pubblico (investitori professionali e non) in misura almeno pari al 25% del capitale sociale, post aumento, o, qualora sia richiesta l‘ammissione a quotazione nel segmento Star, al 35% dello stesso capitale (cosiddetto “flottante”), post aumento.

Global coordinator dell‘operazione sono Mediobanca, che svolgerà anche il ruolo di sponsor, Morgan Stanley e Banca Imi. Financial advisor è Unicredit. Roland Berger assisterà Sea in qualità di consulente industriale, mentre Bonelli Erede Pappalardo e Cravath Swaine & Moore sono gli advisor legali.

Sea ha chiuso il 2010 con un utile netto di 63,1 milioni (+14,7%) e un Ebitda di 151 milioni (+ 6,8%).

L‘iter vero e proprio previsto per la quotazione, che necessita delle autorizzazioni di Borsa italiana e Consob e che richiede circa tre mesi, potrebbe partire già il mese prossimo, dopo che Sea avrà convocato l‘assemblea dei soci.

(Sara Rossi)

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below