24 marzo 2011 / 08:47 / tra 7 anni

Borse Europa, indici recuperano nel pomeriggio, bene retail

LONDRA (Reuters) - Invertita la rotta dopo una partenza sulle posizioni l‘azionario europeo si porta nel pomeriggio sui minimi delle ultime due settimane, forte della performance particolarmente brillante del comparto retail.

A contenere il recupero degli indici, che possono contare sul debutto positivo di Wall Street, i timori di una nuova crisi del debito europeo con l‘impasse politica portoghese.

Intorno alle 16 il paniere delle blue chip Eurofirst 300 viaggia in rialzo di circa 0,9%, sui massimi dall‘11 marzo scorso, giorno del violento sisma giapponese.

Tra le singole piazze Londra risale di 1,28%, Parigi di 1,26% e Francoforte di 1,77%.

Dopo aver ceduto oltre 10% tra metà febbraio e metà marzo, le borse del vecchio continente si apprestano alla quinta seduta di rialzo delle ultime sei.

La tensione in Medio Oriente “innervosisce ma non cambia il quadro generale per il mercato” osserva Jeremy Batstone-Carr, strategist di Charles Stanley.

“Per quanto riguarda il Giappone l‘idea è che nel medio termine la ricostruzione favorirà l‘economia e le stime sulla crescita globale non dovranno essere significativamente aggiustate al ribasso”.

“I guadagni saranno limitati dalle pressioni inflattive che avranno un impatto sui margini delle società. Quanto al rischio Portogallo, sembra stia per cadere la prossima tessera del domino” aggiunge.

A parere degli operatori un salvataggio del Portogallo dopo le dimissioni rassegnate ieri sera dal premier Jose Socrates è comunque al momento ampiamante nei prezzi.

“L‘inversione di rotta della borsa portoghese, tornata in positivo, mostra come il mercato avesse già prezzato lo scenario di dimissioni del premier e instabilità politica” osserva Juan Dieste di Orey iTrade, aggiungendo che i volumi sottili accentuano la volatilità dei prezzi.

L‘incertezza sui prossimi sviluppi politici dovrebbe però impedire che il consiglio europeo che si apre questa sera a Bruxelles arrivi a una decisione concreta sulla gestione e risoluzione della crisi del debito.

“Se il Portogallo richiedesse un finanziamento della Ue il rischio è che il fondo si esaurisca nel caso di nuove difficoltà di altri paesi” spiega lo strategist Brewin Dolphin Mike Lenhoff.

Da Lisbona intanto, il rappresentante del consiglio dei ministri ribadisce che il governo continuerà a rifiutare le proposte di ricorrere al salvataggio.

Tra i titoli in evidenza:

* Nel settore retail brillano le britanniche KINGFISHER e la catena di abbigliamento NEXT, in rialzo rispettivamente oltre 8% e oltre 6% dopo la diffusione di risultati in linea alle attese e l‘aumento del dividendo all‘indomani della pubblicazione del positivo bilancio Inditex

* Progresso di circa 3% per il gigante chimico tedesco BASF, che ha diffuso una stima migliorativa su vendite e ‘core earning’ per il primo trimestre

* Crolla oltre 15% CABLE & WIRELESS, sui minimi da quando è nata la società a seguito di un deconsolidamento all‘inizio del 2010, come conseguenza della riduzione delle attese di utile per il prossimo anno

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below