15 marzo 2011 / 08:33 / tra 7 anni

Borsa Milano chiude in rosso sopra minimi, Prysmian brillante

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude ben sopra i minimi una seduta pesante e preoccupata dai continui aggiornamenti sulla minaccia nucleare in Giappone. Nel tardo pomeriggio da Vienna l‘Agenzia internazionale per l‘energia atomica ha avvisato che l‘esplosione di lunedì nell‘impianto di Fukushima Daiichi potrebbe aver compromesso la struttura principale di contenimento di una delle unità.

<p>Operatori di borsa. REUTERS/Ralph Orlowski</p>

L‘indice Ftse MIB termina in calo del 2,01%, dopo essere arrivato a cedere il 4% ai minimi dal 12 gennaio scorso, su volumi quasi doppi rispetto alla media. Meno 1,95% per l‘Allshare. Scambiati 4,9 miliardi.

La relativa tenuta di Wall Street, dove le perdite degli indici principali si fermano all‘1,7%, ha aiutato le borse europee reduci dai minimi da inizio dicembre a limare i ribassi nelle battute del tardo pomeriggio.

* Chiude in calo del 4,4% INTESA SANPAOLO dopo i conti del quarto trimestre che, secondo un gestore, non hanno riservato grosse sorprese deludendo chi sperava in spunti rialzisti. Superiore alle attese si è rivelato l‘impatto atteso di Basilea III sul Core Tier 1. Pesanti tra i bancari anche BANCO POPOLARE (-3,36%) e UNICREDIT (-2,77%). In Europa settore in calo dell‘1,9%.

* PRYSMIAN (+2,29% a 14,74 euro) è la migliore del paniere principale. Per Deutsche il titolo è “molto attraente”. A sostegno del ‘BUY’ l‘acquisizione di Draka al punto di minimo del ciclo. “Vediamo grandiose opportunità da questa integrazione ... in un‘industria in recupero”. Target a 22 euro da 20.

* Le polemiche sul ricorso all‘energia nucleare scatenate dal disastro giapponese spingono al rialzo i titoli legati alle rinnovabili. Sul listino principale ENEL GREEN POWER è uno dei titoli migliori (+1,23%). Tra le più piccole brillano KERSELF (+5,78%), K.R. ENERGY (+2,87%).La Germania ha annunciato oggi la chiusura dei sette impianti nucleari entrati in funzione prima del 1980.

* In calo del 5,66% PREMAFIN che ha esteso i ribassi oltre il 10% in seduta dopo lo stop ai contatti con Groupama. La società francese di assicurazioni ha detto però che resta disponibile a esaminare “tutte le possibili soluzioni nell‘ambito di un‘eventuale evoluzione del dossier”

* Deboli i titoli della galassia FIAT (-3,4%) (-3,5%) (-2,8%) sullo sfondo di un comparto europeo dell‘auto che soffre per la situazione in Giappone. Renault ha una quota in Nissan ma il Paese, secondo Citigroup, è rilevante anche per il business di Daimler, BMW e Volkswagen.

* In calo del 4,28% STM, che realizza il 18% del proprio giro d‘affari in Giappone e Corea.

* In netto recupero dai minimi giornalieri TOD‘S, lievemente positiva a 77,55 euro dopo essere scesa fino a 73,7. Per Nomura la società è insieme a LUXOTTICA - che invece lascia invece sul terreno il 3,59% - fra i titoli del lusso meno esposti al Giappone. Tiene bene BULGARI poco sotto il prezzo dell‘Opa LMHV. Meno 9,3% invece per AEFFE fuori dal paniere principale.

* Molto debole anche EDISON (-5,6%) dopo la proroga di sei mesi del patto tra i soci, che rinvia il riassetto della governance e fa perdere a breve l‘appeal speculativo, secondo gli operatori. Il gruppo ha avviato anche un arbitrato con Eni e RasGas per la rinegoziazione dei contratti rispettivamente dalla Libia e dal Qatar. Per Banca Imi la notizia è negativa per il titolo perchè il broker non si aspetta che la rinegoziazione dei contratti del gas abbia successo nel breve termine.

* Quasi piatta ENEL (-0,54%) che ha chiuso il 2010 con un utile di 4,4 miliardi in calo del 21,4%.

* In controtendenza PARMALAT che grazie all‘appeal difensivo e alla possibilità di movimenti nell‘azionariato chiude in rialzo dell‘1,36% a 2,38 euro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below