14 marzo 2011 / 13:27 / tra 7 anni

Crisi, Barroso: per superarla serve più coesione e coerenza Ue

ROMA (Reuters) - Secondo il presidente della Commissione Ue José Manuel Durao Barroso per uscire dalla crisi finanziaria che ci ha fatto perdere interi decenni di sviluppo l‘Unione europea deve presentarsi più coesa e coerente di quanto non sia ora.

<p>Il presidente della Commissione Ue Jose Manuel Barroso. REUTERS/Thierry Roge</p>

Gli ha fatta eco la presidente della Confindustria Emma Marcegaglia, secondo la quale l‘Europa deve evitare di diventare marginale nell‘attuale economia globalizzata.

I due sono intervenuti nel corso della cerimonia di consegna della laurea honoris causa da parte della università della Confindustria, la Luiss, a Barroso.

“L‘impatto della crisi sulle nostre società è stato molto ampio, è stato un trauma per milioni di cittadini. Molti progressi fatti in decine di anni sono stati spazzati via: il Pil è calato del 4% e la produzione industriale del 20% in meno di due anni. Assicurare la crescita è divenuto difficile e le deficienze strutturali sono state messe a nudo”, ha detto Barroso.

Secondo il leader comunitario “la Commissione ha difeso per anni [l‘importanza di una governance condivisa] ma alcuni governi erano riluttanti ad accettare. Oggi sono gli stessi mercati a chiedere all‘Europa maggior coordinamento, più coerenza, maggiore governance, una soluzione alla crisi che deve essere onnicomprensiva, coordinata bene a livello europeo. Stiamo compiendo sforzi di consolidamento fiscale, e di governance. Questo sforzo collettivo sarebbe stato impensabile solo due anni fa”.

Per la Marcegaglia “il peggio [della crisi] è alle spalle, alcuni dati sono in miglioramento ma il vero tema è come la Ue - e l‘Italia nella Ue - sarà capace di affrontare grandi discontinuità strategiche non solo rispetto alla crisi ma discontinuità tecnologica, regole diverse, governance globale”.

“L‘Europa deve ripensare se stessa, ritrovare fiducia ma evitare di diventare marginale in un mondo che cambia e che vede la Ue che a volte arranca. La Ue deve cambiare per evitare di essere marginale: bisogna ragionare sulla governance ma anche sulla nostra mentalità e cultura”, ha aggiunto la Marcegaglia.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below