14 marzo 2011 / 12:17 / tra 7 anni

Ue contro Francia,Spagna su tassa telecom per abolizione spot tv

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione europea ha annunciato oggi che porterà in tribunale Francia e Spagna per aver imposto una tassa alle società di telecomunicazioni al fine di compensare l‘eliminazione della pubblicità dalla tv pubblica, affermando che la pratica viola le regole europee.

La Francia ha introdotto la tassa nel marzo 2009, chiedendo agli operatori telecom di pagare lo 0,9% dei ricavi sopra i 5 milioni di euro, generando così una cifra stimata di circa 400 milioni di ricavi annuali per le casse dello stato.

La Spagna ha imposto una tassa simile nel settembre 2009, che per il 2010 dovrebbe ammontare a circa 230 milioni di euro.

“La Commissione considera ‘le tasse telecom’ in Francia e Spagna incompatibili con le regole Ue sulle telecomunicazioni”, ha detto Bruxelles in un comunicato, confermando la notizia già data a Reuters da una fonte oggi.

La Commissione ha anche aperto una procedura d‘infrazione contro l‘Ungheria per la tassa telecom introdotta a ottobre, che arriva fino al 6,5% dei ricavi. L‘Ungheria ora ha due mesi di tempo per rispondere alle osservazioni della Ue.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below