7 marzo 2011 / 10:46 / tra 7 anni

Corrono titoli Ligresti con speculazione, FonSai +5%, Milano +7%

MILANO (Reuters) - Dopo un avvio in profondo rosso, i titoli della galassia Ligresti passano in deciso rialzo sulle speculazioni innescate dall‘inaspettata decisione della Consob, che ha imposto a Groupama e ai Ligresti l‘obbligo di Opa su Premafin e Fondiaria-Sai se la compagnia francese entrerà nella holding con il 17% del capitale nell‘ambito dell‘annunciato piano di ricapitalizzazione.

Gli analisti si arrovellano, in particolare, sugli scenari aperti dal possibile ritiro dei francesi, che ancora non si sono espressi sul tema e che avevano vincolato l‘investimento all‘esenzione da tale obbligo.

Viene premiata in questa logica soprattutto MILANO ASSICURAZIONI, che non è coinvolta nell‘obbligo di Opa e che potrebbe essere ceduta dai Ligresti per fare cassa. Intorno alle 11 il titolo sale del 6,6% a 1,235 euro con volumi vicini alla media di un‘intera seduta.

PREMAFIN sale del 2,03% a 0,755 euro dopo un minimo in apertura a 0,69 euro e FONDIARIA guadagna il 5,24% a 7,02 euro dopo aver segnato un minimo a 6,225 euro.

SENZA GROUPAMA OCCHI SU MILANO, SCALABILITA’ FONDIARIA

Il punto di partenza degli analisti è il destino degli aumenti di capitale di Premafin e Fondiaria se i francesi si tireranno indietro, dato che i Ligresti non hanno i mezzi finanziari per sottoscriverli. Tra le ipotesi più citate ci sarebbe da un lato la cessione di Milano Assicurazioni e dall‘altro una diluizione della famiglia nel capitale delle controllate.

“Se Groupama si ritira e non compaiono altri investitori, o i Ligresti diluiscono le loro partecipazioni perdendo il controllo di Premafin e Fondiaria, oppure vengono aiutati dalle banche con un prestito per sottoscrivere gli aumenti”, dice un analista che giudica improbabili entrambe le ipotesi. Non si aspetta neanche una revisione dell‘accordo con i francesi, “che non sarebbe accolto facilmente dalle autorità di controllo”.

“La strada più probabile è la cessione di Milano Assicurazioni, che permetterebbe di evitare la ricapitalizzazione di Fondiaria”, dice.

C’è anche chi delinea l‘idea di un‘Opa francese, ostile o amichevole, su Premafin e/o sulla controllata.

Mediobanca in una nota sottolinea che “tutte le opzioni sono aperte”. Se Groupama se ne va, spiega, Premafin potrebbe procedere con l‘aumento da 226 milioni e i Ligresti diluirebbero la loro quota dal 51,27% al 34,18% (alle condizioni annunciate a ottobre) o ancora meno se il prezzo dell‘aumento fosse abbassato. A questo punto Premafin “diventerebbe scalabile”, ma potrebbe sottoscrivere la ricapitalizzazione da 460 milioni di Fondiaria, su cui verrebbe meno però, nel medio termine, l‘appeal speculativo di un takeover di Groupama.

Altrimenti, continua Mediobanca, potrebbe esserci solo l‘aumento di Fondiaria e sarebbe questa a diventare scalabile.

Secondo la banca gli effetti negativi sarebbero comunque maggiori sui titoli di quelli positivi.

Un altro broker sottolinea invece, per quanto riguarda Fondiaria, che uno scenario positivo - come la cessione di Milano Assicurazioni - comporterebbe un enorme spazio di salita del titolo, mentre una prospettiva negativa avrebbe comunque un downside limitato.

FARO ISVAP SU FONDIARIA

L‘Isvap intanto, riferisce una fonte finanziaria a conferma di indiscrezioni stampa, ha acceso un faro sulla situazione patrimoniale e finanziaria di Fondiaria, per monitorarne il margine di solvibilità.

La decisione della Consob si basa sulla considerazione che il vincolo tra gli attuali pattisti di Premafin, i membri della famiglia Ligresti, è debole rispetto al nuovo patto con Groupama, che potrebbe diventare socio di maggioranza relativa; l‘influenza francese è accresciuta anche dal 5% in mano a Bollorè. La Commissione ha evidenziato inoltre il vincolo di lock-up che impedirebbe a Premafin di cedere azioni Fondiaria per due anni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below