1 marzo 2011 / 14:27 / 7 anni fa

Costi agricoli +4,4% anno a gennaio. Per Ismea redditi a rischio

ROMA (Reuters) - L‘indice dei costi agricoli elaborato mensilmente dall‘Istituto di servizi per per il mercato agricolo ha segnato a gennaio un aumento su mese dello 0,6% e del 4,4% su base annua, in particolare per l‘aumento dei costi dei mangimi, cresciuti in un anno di quasi il 17%.

“Ismea rileva a inizio anno un ulteriore inasprimento dei costi a carico degli agricoltori. L’indice dei prezzi dei mezzi correnti di produzione agricoli elaborato dall’Istituto ha raggiunto a gennaio un valore a pari a 133,6 (base 2000=100), in aumento dello 0,6% su base mensile”, dice un comunicato dell‘istituto diffuso oggi.

Tra i rincari maggiori, dice Ismea, quello dei mangimi “in crescita dell’ 1,5% rispetto a dicembre e del 16,9% sul gennaio di un anno fa, e dei listini energetici (+1,1%, + 3,2% su gennaio del 2010), trainati dai rialzi dei carburanti ( +1,8% , +6,4%)”.

I concimi sono cresciuti del 40,7% su anno, le sementi del 2%. I salari hanno registrato un aumento annuo dell‘1,6%.

“La dinamica dei costi agricoli rischia di determinare un peggioramento dei livelli di redditività dei nostri agricoltori, dopo una fase di faticoso recupero di questi ultimi mesi”, ha commentato nella nota il presidente dell’Ismea, Arturo Semerari.

(Massimiliano Di Giorgio)

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below