1 marzo 2011 / 11:14 / 7 anni fa

Italia, deficit 2010 cala sotto target, debito sale

MILANO/ROMA (Reuters) - L‘Italia è riuscita a ridurre il proprio deficit pubblico al 4,6% del Pil a fine 2010 dal 5,4% del 2009, realizzando un risultato migliore dell‘obiettivo del governo che era al 5%.

<p>Banconote in una banca. REUTERS/Andrea Comas</p>

Sale, invece, ancora il debito pubblico che segna quota 119% del Pil a fine dell‘anno scorso rispetto a 116,1% del 2008. Il debito/Pil risulta, così, superiore al target fissato dal governo a 118,5%.

“I dati sono positivi” commenta a caldo Chiara Corsa di Unicredit che guarda soprattutto al disavanzo. “In un anno come il 2010 in cui c’è stato un aumento dell‘indebitamento di molti paesi della zona euro la politica di rigore fiscale [del ministro dell‘Economia Giulio] Tremonti ha pagato”.

“Al calo del disavanzo si accompagna la buona notizia del saldo primario, che si è portato quasi in pareggio”, aggiunge Corsa.

Il saldo tra entrate e spese pubbliche al netto del pagamento degli interessi sul debito è risalito a -0,1% del Pil da -0,7% di fine 2009 (rivisto da -0,6%) e rispetto alla previsione del governo di -0,3%.

Tornare a un saldo primario positivo è la condizione necessaria per riportare il debito sul sentiero di discesa abbandonato a partire dal 2005 e mai ripreso, tranne che nel 2007 quando all‘Economia sedeva Tommaso Padoa-Schioppa.

Dall‘inizio della crisi nel 2007 a fine 2010, il debito italiano è salito di quasi 16 punti di Pil.

In base ai piani del governo il debito dovrebbe stabilizzarsi poco sopra 119% del Pil quest‘anno e il prossimo, prima di scendere a 115,2% nel 2013.

Secondo i dati pubblicati oggi da Istat le entrate totali registrate dallo Stato italiano, pari al 46,6% del Pil, sono aumentate dello 0,9% rispetto al 2009, grazie soprattutto all‘aumento delle imposte indirette del 5,1%.

Le uscite totali, pari al 51,2%, sono scese dello 0,5% sul 2009. La pressione fiscale è scesa al 42,6% dal 43,1% del 2009, rivisto da 43,2%.

Istat ha anche comunicato che nel 2010 il Pil italiano ha mostrato un aumento dell‘1,3% a fronte del calo del 5,2% registrato nel 2009, rivisto da -5% in base a dati non sono corretti per gli effetti di calendario.

(Francesca Landini)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below