1 marzo 2011 / 10:35 / tra 7 anni

Greggio, Brent sopra 112 dlr, dominano timori su offerta

LONDRA (Reuters) - I futures sul Brent si portano sopra i 112 dollari al barile, sostenuti dai timori che i continui tumulti in Medio Oriente e Nord Africa possano minacciare le forniture, anche se l‘Arabia Saudita ha aumentato la produzione per coprire le interruzioni delle esportazioni libiche.

Il rallentamento della crescita della manifattura cinese a febbraio tiene a freno i guadagni, primo segnale che la recente stretta alla politica monetaria sta producendo i suoi effetti.

Intorno alle 11,20 italiane il contratto sul Brent per consegna aprile sale di 83 cent a 112,63 dollari. Il contratto ha guadagnato a febbraio oltre il 10%, l‘aumento percentuale mensile maggiore da maggio 2009.

La scadenza analoga per il greggio Usa avanza di 39 cent a 97,36.

Entrambi i benchmark sono balzati ai massimi di due anni e mezzo la scorsa settimana sulla scia delle rivolte in Libia, che hanno tagliato le forniture di greggio e alimentato i timori di un contagio delle tensioni ad altri produttori petroliferi della regione.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below