1 marzo 2011 / 09:04 / tra 7 anni

Italia, Pmi manifattura febbraio sale a massimo da aprile 2000

MILANO (Reuters) - L‘indice dell‘attività manifatturiera italiana sale a febbraio al massimo da quasi 11 anni, ma in parallelo quello dei prezzi input balza al livello più alto da inizio serie, creando una minaccia per le prospettive future.

L‘indice dei direttori acquisti Markit/Adaci a febbraio è infatti balzato a 59,0 da 56,6, al di sopra di tutte le 14 stime (56,0/57,8) del sondaggio Reuters che indicava un rialzo limitato a 57,0.

La componente produzione è al massimo da inizio serie (giugno 1997), i nuovi ordini sono al massimo da giugno 2006, indicando un‘industria manifatturiera in salute. Il valore di 50 indica la soglia che separa espansione da contrazione.

L‘Italia, che solitamente si muove in ritardo rispetto agli paesi della zona euro, questa volta vede il suo indice manifatturiero esattamente in linea con la stima flash per febbraio dell‘intera zona euro.

In una gamma di record positivi, gli ordini esteri sono al massimo da inizio serie, mentre la creazione di posti di lavoro accelera per il terzo mese, al livello massimo da novembre 2000.

D‘altra parte Markit evidenzia che la forte domanda e gli alti pezzi delle materie prime hanno portato ai livelli massimi gli indici relativi all‘inflazione. L‘indice dei prezzi input è salito così a 84,3 da 80,3, massimo da inizio serie e si attesta adesso a 25 punti sopra il livello dello scorso agosto.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below