24 febbraio 2011 / 08:52 / tra 7 anni

Greggio, Goldman: se disordini si allargano rischio razionamenti

LONDRA (Reuters) - Se i disordini che continuano in Libia si allargheranno ad altri paesi produttori di petrolio creando problemi alla produzione di greggio si devono attendere squilibri nel mercato e sarà necessario ricorrere a razionamenti.

Lo si legge su una nota diffusa oggi da Goldman Sachs: “il mercato non può reggere altri problemi, secondo noi, in un contesto che vede i problemi della Libia assorbire già potenzialmente metà della capacità di riserva in seno all‘Opec” scrive l‘analista Jeffrey Currie nella nota di ricerca.

Stamane il greggio Brent aprile ha avuto uno scatto fino a 119,79 dollari barile, calmandosi poi alle 9,22 italiane a quota 116,25.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche se www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below