22 febbraio 2011 / 07:12 / tra 7 anni

Borsa Tokyo chiude in netto calo, realizzi su disordini in Libia

TOKYO (Reuters) - L‘indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso la sessione odierna in netto calo, lasciando i massimi da 9 mesi e mezzo per la prima volta da sette giorni, a causa di prese di profitto conseguenti ai disordini scoppiati in Medio Oriente che potrebbero avere effetti a medio termine sui titoli giapponesi.

<p>Un'immagine della Borsa di Tokyo. REUTERS/Kim Kyung-Hoon</p>

Il Nikkei ha chiuso in calo dell‘1,8% a 10.664 punti. L‘indice era sceso ai minimi da due settimane a 10.639,78. Il Topix arretra dell‘1,8% a 956,70 punti.

Secondo gli analisti, l‘ondata di realizzi non dovrebbe essere limitata alla giornata odierna, ma potrebbe durare ancora a causa dei timori legati ai disordini in Libia. Scarso impatto dovrebbe avere invece la decisione di Moody’s di cambiare l‘outlook del paese nipponico a Aa2 sovrano a negativo da stabile. Secondo gli investitori i riflettori sono puntati sui prezzi del petrolio e sul Medio Oriente.

A essere maggiormente colpite le banche penalizzate dal downgrade. Le prese di profitto hanno colpito anche Toyota che è scesa del 2,6%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizia Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below