18 febbraio 2011 / 13:05 / tra 7 anni

Eni-Nigeria, Snamprogetti versa 24,5 mln a procura Milano

MILANO (Reuters) - Snamprogetti Netherlands ha messo a disposizione della procura di Milano 24,5 milioni di euro evitando così il rischio di misure interdittive nei confronti di Saipem nell‘ambito del processo sulle presunte tangenti in Nigeria che prenderà il via il 5 aprile.

Lo ha riferito oggi una fonte giudiziaria precisando che il denaro è stato depositato presso la filiale della Bnl a Palazzo di Giustizia.

In questo modo il pm Fabio De Pasquale rinuncia a fare ricorso al tribunale del Riesame per la concessione delle misure interdittive richieste a carico di Saipem. La misura interdittiva richiesta dal pm era stata il divieto di contrattare con la Pubblica amministrazione nigeriana.

Non è stato possibile avere un commento da parte della società.

A fine gennaio il gup di Milano aveva rinviato a giudizio Saipem e cinque dirigenti all‘epoca dei fatti nella vicenda sulla presunta quota della ex Snamprogetti -- ora in Saipem (gruppo Eni) - degli oltre 180 milioni di dollari di tangenti pagate dal consorzio internazionale Tskj a esponenti politici e dirigenti nigeriani dal 1994 al 2004 per assicurarsi appalti sul gas da 6 miliardi di dollari.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below