16 febbraio 2011 / 09:18 / 7 anni fa

Bundesbank, Weidmann nuovo capo al posto di Weber

di Andreas Rinke e Thorsten Severin

<p>Axel Weber presidente uscente di Deutsche Bundesbank col cancelliere Angela Merkel. REUTERS/Fabrizio Bensch</p>

BERLINO (Reuters) - Jens Weidmann è stato scelto dal cancelliere tedesco Angela Merkel come nuovo presidente della Bundesbank al posto di Axel Weber.

Weber ha annunciato le proprie dimissioni con effetto dal 30 aprile ritirandosi così dalla gara per la successione a Jean-Claude Trichet alla guida della Banca centrale europea.

La decisione di oggi, confermata poi anche dalla Cancelliera Angel Merkel, rende meno probabile che la Germania spinga per avere un tedesco alla guida della Bce.

Il cancelliere tedesco ha detto poco dopo le 13 che Weidmann è una mente indipendente e assicurerà che in seno alla Bce sia difesa la “cultura della stabilità” della Germania.

Il tedesco Juergen Stark è già membro del comitato esecutivo della Bce.

Il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble ha detto che la priorità della Germania è la riforma della zona euro e solo dopo che questa sarà andata in porto ci si potrà occupare della questione della successione di Trichet.

“Se alla presidenza della Bce andasse un tedesco come [il capo del fondo di salvataggio europeo Klaus] Regling, sarebbe implicito per Stark dimettersi per passare alla Bundesbank, ma adesso questa strada è preclusa”, commenta Carsten Brzeski, economista di Ing.

“Con Stark e Weidmann, la Germania avrà due persone nel consiglio. Un numero sufficiente”, dice Stephan Rieke, economista della banca Bhf.

Aver privilegiato per la Bundesbank Weidmann al posto di Stark significa che quest‘ultimo resterà nel comitato esecutivo della Bce.

“Penso che il significato intrinseco di questa decisione sia l‘abbandono dell‘idea di avere un tedesco alla presidenza della Bce”.

Essendo un outsider della Bce, le chance di Regling sono davvero poche e lui stesso ha dichiarato la settimana scorsa di avere “già un grande lavoro”.

MAI INSISTITO SU UN TEDESCO

Dal momento delle dimissioni a sorpresa di Weber, il governo tedesco ha fatto intendere di non escludere l‘ipotesi che un non-tedesco vada alla guida della Bce benché fino ad allora fosse dato per scontato che l‘Eurotower questa volta fosse ad appannaggio di un teutonico.

Il governo italiano ha appoggiato la candidatura di Mario Draghi, governatore della Banca d‘Italia e presidente del Financial stability board, la cui passata esperienza in Goldman Sachs potrebbe essere considerata da qualcuno come un handicap.

Weidmann, 42 anni, è da cinque il capo dei consiglieri economici di Angela Merkel.

Chi ha lavorato con lui lo descrive come un acuto economista dai modi calmi e quasi timidi ma con idee forti e una sensibilità politica che il suo predecessore ha sempre mostrato di avere in dosi assai modeste.

Tra il 2003 e il 2006 Weidmann ha guidato il dipartimento analisi di politica monetaria della Bundesbank a Francoforte, città dove sono rimasti la moglie e i due figli quando è stato chiamato a Berlino dalla Merkel.

Nei primi anni nella capitale tedesca Weidmann veniva chiamato “uno dei Merkel’s boys” ma pochi usano ancora questo appellativo nonostante il suo aspetto da studente.

Weidmann sarà il presidente più giovane nella storia della Buba che conta 9.000 dipendenti.

L‘anno scorso, ha sostenuto il diritto del ministro dell‘Economia Rainer Bruederle di non concedere aiuti alla Opel, controllata europea della General Motors, benché la stessa Merkel fosse favorevole a salvaguardare posti di lavoro tedeschi.

Weidmann si è anche opposto alla concessione di aiuti immediati alla Grecia e ha suggerito alla Merkel di coinvolgere il Fondo monetario internazionale (Fmi) in qualunque programma di aiuti europeo, avendo la meglio su entrambi i fronti sul ministro delle Finanze Schaeuble.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below