8 febbraio 2011 / 17:55 / tra 7 anni

Gianfranco Ferré, accettata offerta da distributore Dubai

MILANO (Reuters) - La scorsa notte i commissari straordinari di IT Holding hanno accettato formalmente l‘offerta per Gianfranco Ferré presentata da Paris Group, società retail e di abbigliamento di Dubai della famiglia Sankari.

<p>Una modella sfila indossando una creazione della collezione promavera/estate 2011 di Gianfranco Ferr&eacute; alle sfilate milanesi dello scorso settembre. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

Lo conferma una nota di IT Holding dopo l‘anticipazione stamani a Reuters della fonte a conoscenza della situazione.

Gianfranco Ferré era l‘ultimo marchio ancora in mano al gruppo di moda di Isernia, dopo la cessione a ottobre di Malo e di Ittierre lo scorso gennaio.

Ieri, alla scadenza dei termini per le offerte vincolanti, presso il ministero allo Sviluppo economico, secondo quanto riferito dalla fonte, si è presentata anche la società di Bologna di pret-à-porter Les Copains ma con una proposta “lacunosa sotto molti aspetti”.

La fonte sottolinea che i commissari - Roberto Spada, Stanislao Chimenti e Andrea Ciccoli - hanno quindi accolto l‘offerta del gruppo di Dubai a condizione di aumentare il numero di dipendenti che conserveranno il posto e il prezzo di offerta, condizioni accettate da Paris Group.

La fonte spiega che la società retail e di abbigliamento di Dubai investirà inizialmente 25 milioni in Ferré per il pagamento dei debiti pregressi e per il rilancio iniziale che interesserà anche ITC, il laboratorio di Bologna della prima linea, la vecchia fabbrica di Mattioli, ex socio di Gianfranco Ferré.

Per essere perfezionata, la cessione deve ora ottenere l‘autorizzazione da parte del ministero dello Sviluppo economico e successivamente gli accordi con tutte le organizzazioni sindacali, spiega il comunicato.

Secondo le aspettative dei commissari, aggiunge la fonte, l‘aggiudicazione della maison arriverà entro il mese di febbraio, due anni esatti dall‘avvio dell‘amministrazione straordinaria di IT Holding.

Consulenti della procedura sono Mediobanca e Sin&rgetica, in qualità di advisor finanziari, e studio legale Bruno e Studio Legale Nicoletti, Gariboldi, di Castri, in qualità di consulenti legali.

(Cristina Carlevaro)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below