4 febbraio 2011 / 08:18 / tra 7 anni

Borsa Milano sotto massimi ma positiva con Enel, UniCredit

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si posiziona sotto i massimi a fine seduta ma chiude comunque in territorio positivo grazie al traino di Enel e di qualche bancario “influente”, che hanno controbilanciato la delusione sul dato dei nuovi occupati degli Usa, ben sotto le attese.

<p>Operatori di borsa al lavoro. REUTERS/Jose Manuel Ribeiro</p>

Non mancano spunti selettivi su alcuni titoli minori legati a notizie o indiscrezioni su operazioni straordinarie in arrivo.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dello 0,78%, l‘Allshare dello 0,71%, lo Star dello 0,45%. Volumi per 2,76 miliardi.

* ENEL, che ieri ha annunciato risultati preliminari del 2010 superiori alle previsioni, balza dell‘1%. Broker e analisti pongono l‘accento sulla riduzione del debito superiore alle attese.

* Tonica PRYSMIAN, la cui Opas su Draka ha raccolto adesioni pari a circa il 90,4%. Il titolo ha accelerato dopo che Cheuvreux - in uno studio in cui sottolinea che la quota acquisita aumenta la visibilità sull‘operazione - ha alzato il target price a 17,5 da 16,5 euro, includendo pienamente i benefici di 2,5 euro per azione attesi dall‘operazione oltre ai 15 euro di fair value del business attuale.

* Tra bancari in generale rialzo brilla UNICREDIT, su cui ieri Fitch ha migliorato l‘outlook. Forte anche MEDIOBANCA. Nella giornata in cui termina la negoziazione dei diritti dell‘aumento di capitale BANCO POPOLARE termina invariata così come sono poco mossi i diritti.

* Nel risparmio gestito brillano MEDIOLANUM e BANCA GENERALI, tra le poche che hanno segnato un incremento della raccolta a gennaio a fronte di un dato generale negativo.

* ENI, che ha incassato un upgrade di JP Morgan a “overweight”, avanza dello 0,8%.

* Tra le small e mid cap resta in asta di volatilità ZUCCHI con un rialzo teorico del 16% circa e forti scambi. Scarso impatto ha avuto sul titolo una nota in cui la società ha detto, in risposta a indiscrezioni stampa, di non avere ricevuto manifestazioni d‘interesse e di non aver contatti in corso con Renzo Rosso riguardanti l‘aumento di capitale.

* Corre anche DADA, in rialzo del 14% con un boom di scambi, circa 26 volte la media di un‘intera seduta. L‘azionista RCS ha definito infondate, allo stato, le indiscrezioni su un via libera alla cessione dell‘intera partecipazione in Dada, ma non ha escluso che un aggiornamento sulle esplorazioni in corso per valorizzare l‘internet company possa arrivare dal prossimo Cda.

* Non si arresta la corsa di alcuni titoli che da tempo sono protagonisti di rally, come YORKVILLE BHN e INVESTIMENTI & SVILUPPO.

* AS ROMA avanza di poco più dell‘1% all‘indomani dell‘annuncio di una trattativa in esclusiva con il gruppo americano DiBenedetto.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below