28 gennaio 2011 / 08:52 / tra 7 anni

Borsa Milano in calo con automotive e industriali, ok lusso

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la settimana con una seduta nervosa, caratterizzata da una prima parte positiva e da un peggioramento nel pomeriggio.

<p>Un trader al lavoro. REUTERS/Charles Platiau</p>

Il listino milanese ha parzialmente limitato i danni grazie ai finanziari e ad alcuni temi speculativi, che hanno fatto un po’ da contrappeso alla flessione dell‘automotive.

Le vendite sono scattate dopo la pubblicazione del dato sul Pil Usa nel quarto trimestre, che ha registrato un incremento del 3,2%, rispetto a +2,6% dei tre mesi precedenti. Le attese degli economisti erano per una crescita del 3,5%. “In realtà”, spiega un trader, “si cercava soltanto la scusa del venerdì per prendere un po’ di profitto”.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha perso l‘1,28%, l‘AllShare l‘1,17% e il MidCap lo 0,28%. Volumi per un controvalore di circa 3,3 miliardi di euro.

* Automotive pesante, causa realizzi e trimestrale deludente di Ford Motor. FIAT ha lasciato sul terreno il 4,51% e FIAT INDUSTRIAL il 2,36%. In un report, Nomura scrive che Fiat “continua a trovarsi di fronte alle stesse sfide in Europa”; il broker definisce “cauta” la guidance di trading profit del 2011. Per quanto riguarda Fiat Industrial, Nomura ritiene che “gli attuali obiettivi sono troppo cauti”; il broker conferma ‘buy’ e target price di 13 euro.

* Nel comparto, PIRELLI ha ceduto il 3,03%. Fuori dal paniere principale, PIAGGIO -0,85%, BREMBO -1,95%, SOGEFI -0,86% e PININFARINA -0,24%.

* Complessivamente bene i bancari, che, però, hanno frenato nella seconda parte della giornata. BANCO POPOLARE è salita dell‘1,79%, mentre è in corso l‘aumento di capitale da 2 miliardi, a cui ha aderito Fondazione CariVerona. POP MILANO ha guadagnato lo 0,49%%. In direzione opposto INTESA SANPAOLO (-1,73%), MEDIOBANCA (-0,93%) e UNICREDIT (-1,14%).

* Realizzati gli industriali, da tempo in denaro. TELECOM ITALIA è arretrata del 2,41%, ITALCEMENTI del 3,01%, ANSALDO STS dell‘1,53%, PRYSMIAN dell‘1,26% e BUZZI UNICEM del 2,05%.

* FONDIARIA-SAI in calo del 2,79%. Ieri è stato nominato il nuovo AD e approvato il budget 2011. In un‘intervista, il numero uno del gruppo ha detto che il piano di dismissioni è congelato e che Groupama, prossimo azionista del gruppo attraverso PREMAFIN (-1,8%), è un importante concorrente e non un alleato.

Nella galassia Ligresti, MILANO ASSICURAZIONI è scesa del 5,05%.

* Si difende il lusso. In un report dedicato al settore, riferisce un dealer, UniCredit sottolinea l‘outlook positivo, soprattutto alla luce delle prospettive nei mercati emergenti. Il broker ha rating ‘buy’ su TOD‘S (+1,93%), ‘sell’ su BULGARI (+0,19%) e ‘hold’ su LUXOTTICA (-1,76%).

* Male i petroliferi: lo stoxx europeo ha ceduto l‘1,16%. A Milano, ENI -1,98% e SAIPEM -1,58%. SARAS (-3,49%) colpita dalle prese di beneficio, dopo il rally di ieri sulle indiscrezioni stampa riguardanti l‘interesse di Gazprom per alcuni asset.

* Tra gli energetici, ENEL GREEN POWER ha lasciato sul terreno l‘1,49%, ENEL lo 0,85%, SNAM RETE GAS lo 0,98% e TERNA lo 0,7%.

* PARMALAT realizzata: -0,55%. L‘accordo tra i fondi azionisti, secondo la stampa, prevede la possibilità di aumento della quota dal 15,3% attuale al 29,9%.

* Tra le small e mid cap, MONDO HOME ENTERTAINMENT è balzata del 9,78% e INVESTMENTI & SVILUPPO dell‘11,02%: Carax, una controllata di I&S, è arrivata all‘11,565% del capitale di Mhe.

* TISCALI è avanzata del 5,39%: secondo indiscrezioni di stampa, la società sarda è pronta ad acquistare la rete di Eutelia.

(Massimo Gaia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below