19 gennaio 2011 / 08:44 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo trainata da Enel e banche,giù Fiat

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta positiva, in decisa controtendenza rispetto alle altre borse europee, sostenuta dai rialzi dei titoli con maggiore peso nel listino come i bancari ed Enel.

<p>Un'immagine della Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

“Le banche italiane erano state tra le più massacrate dopo quelle spagnole, quindi oggi rimbalzano e insieme a Enel, oggetto di un upgrade, trainano tutto il mercato”, commenta un operatore.

Venduta invece Fiat, ancora penalizzata da prese di beneficio, mentre sale Industrial.

L‘indice FTSE Mib chiude in rialzo dello 0,56%, l‘Allshare dello 0,52% e il Ftse Mid Cap dello 0,75%. Volumi nel finale per circa 3,3 miliardi di euro.

Di segno opposto l‘Europa con il benchmark FTSEurofirst 300 in calo dell‘1,3% e Wall Street mista, con S&P e Nasdaq in ribasso.

* Tra le banche la più forte è POP MILANO che, forte anche della promozione a “buy” di Deutsche Bank, balza di oltre il 5% con volumi quasi tre volte la media.

* Gli acquisti premiano anche gli altri titoli del settore, che invece a livello europeo arretra di circa un punto percentuale. Al terzo giorno dell‘aumento di capitale BANCO POPOLARE sale dell‘1,76% e i diritti mettono a segno un progresso del 12%. UNICREDIT guadagna il 3%, MEDIOBANCA il 2,5%. Un passo indietro INTESA SANPAOLO, +0,3%, che “aveva già recuperato qualcosa in più”, secondo un operatore.

* Sostiene il listino delle blue chip con un +2,4% anche ENEL, su cui Goldman ha riavviato la raccomandazione con “buy” e Barclays ha alzato il giudizio a “overweight” da “equal-weight”. La controllata nelle rinnovabili ENEL GREEN POWER ha toccato i massimi dalla quotazione in borsa dopo l‘avvio di copertura di diversi broker.

* In un comparto auto europeo in calo del 2% circa FIAT arretra del 3,7% ma con volumi nella media. I trader citano ancora prese di beneficio dopo i massimi dell‘anno toccati lunedì e uno sottolinea anche che “ci si gioca lo spread tra auto (short) e Industrial (long), che sale”. FIAT INDUSTRIAL avanza infatti del 4% circa ignorando la notizia di un‘ispezione delle autorità Ue nelle sedi delle principali società attive nell‘industria dei mezzi di trasporto pesante.

* In evidenza il comparto cementiero con BUZZI in rialzo di oltre il 5% tra scambi molto vivaci. Fuori dal paniere principale ITALCEMENTI sale di oltre il 2%.

* LOTTOMATICA, che ha confermato di essersi aggiudicata la gara per la gestione della lotteria dell‘Illinois, balza dell‘1,7%.

* Generalmente deboli i titoli del lusso con LUXOTTICA in calo del 3%, BULGARI del 4% e TOD‘S di un marginale 0,2%.

* Fuori dal paniere principale STEFANEL mette a segno un rialzo del 2,4% con volumi oltre tre volte rispetto alla media, dopo aver guadagnato fino al 4,9%. In un‘intervista a Reuters l‘AD Luciano Santel ha detto che punta al pareggio operativo entro il 2012.

* Sale del 3,4% AS ROMA su indiscrezioni secondo cui, in vista della scadenza del 31 di gennaio, dei tre pretendenti rimasti in gara il favorito sarebbe quello americano, forse un gruppo di abbigliamento casual già in passato interessato ai giallo-rossi con cui sarebbe in programma un vertice settimana prossima.

* Debutto a due cifre (+28,6%) per UNIONE ALBERGHI all‘AIM.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below