19 gennaio 2011 / 07:06 / tra 7 anni

Giappone, banca centrale: tornerà a crescita al più entro giugno

TOKYO (Reuters) - L‘economia giapponese probabilmente si risveglierà dal torpore tornando a una crescita moderata entro marzo o al più tardi entro la prima metà dell‘anno. A dirlo è il capo economista di Banca del Giappone Kazuo Momma.

La crescita potrebbe essere stata negativa nell‘ultimo spicchio del 2010 secondo l‘economista, ma si tratta in ogni caso di un caduta solo temporanea del prodotto perché i segnali che arrivano da esportazioni, produzione industriale e consumi privati sono incoraggianti.

“Ci sono vari fattori che potrebbero destabilizzare l‘economia globale il che, attraverso i tassi di cambio e altri movimenti di mercato, potrebbe influire a sua volta sull‘economia giapponese. Ma le prospettive per quest‘anno sono positive”, commenta Momma, responsabile del dipartimento di ricerca e statistica della banca centrale.

L‘economia giapponese è al momento in fase di stallo e ogni rimbalzo dalla probabile flessione del Pil nell‘ultimo trimestre 2010 dovrebbe essere solo modesta. Secondo gli economisti però il Giappone dovrebbe essere in grado di evitare una nuova recessione grazie al traino dell‘export e all‘accelerazione del comparto automobilistico.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below