18 gennaio 2011 / 17:13 / 7 anni fa

Ue vuole rafforzare stress test, disaccordo su modalità

BRUXELLES (Reuters) - Oggi i ministri delle Finanze dell‘Unione europea hanno deciso di rafforzare gli stress test per le banche dell‘area economica, ma non hanno trovato un accordo su quanto irrigidire gli esami sul sistema finanziario.

“Abbiamo discusso degli stress test delle banche... e abbiamo concordato sul fatto che bisognerebbe includere più istituti”, ha detto il ministro tedesco Wolfgang Schaeuble.

“Questa è la posizione chiara del governo tedesco ma anche di molti altri e dobbiamo cercare di evitare quello che è accaduto lo scorso anno”, ha aggiunto, commentando i test di luglio scorso, considerati irrilevanti dopo che è emerso che lo stato di salute delle banche irlandesi fosse buono.

I ministri non hanno, inoltre, raggiunto una decisione finale se le banche devono essere testate per una stretta della liquidità al fine di prevedere se riescono a superare le difficoltà nei prestiti qualora i mercati dovessero raffreddarsi.

Un diplomatico ungherese ha detto che i ministri erano vicini a un accordo sulla liquidità dei test sebbene nessuna decisione formale sia stata presa.

Stamani fonti della presidenza Ue ha detto che i ministri delle Finanze dell‘Unione europea si sono accordati sull‘esecuzione di esami riguardanti la liquidità delle banche in occasione della prossima tornata di stress test.

I test di quest‘anno includeranno anche indagini più severe sul Core Tier 1 degli istituti.

Gli stress test di quest‘anno, aggiungono le fonti della presidenza, riguarderanno le stesse 91 banche esaminate nel 2010.

La metodologia dei test, secondo fonti della presidenza Ue, sarà pronta entro il prossimo marzo. Gli esami saranno conclusi entro la fine di maggio. E i risultati verranno resi noti in estate.

“Il messaggio è che i test devono essere molto più stringenti e credibili”, ha sottolineato una fonte della presidenza Ue.

“Gli stress test devono diventare più solidi e credibili”, ha detto più tardi il Commissario Ue responsabile per il settore finanziario Michael Barnier. “Ci deve essere una trasparenza totale sui risultati dei prossimi stress test”, ha aggiunto.

I criteri precisi dei test saranno stabiliti entro marzo. Gli osservatori, tuttavia, sono scettici sul fatto che i test riflettano il vero stato di salute finanziario delle banche europee.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below