10 gennaio 2011 / 14:50 / 7 anni fa

Borse Europa, indici in rosso, male finanziari su Portogallo

MILANO (Reuters) - Le borse europee proseguono in ribasso, affossate dai timori che il Portogallo possa essere il prossimo membro della zona euro a ricorrere ad aiuti internazionali per fronteggiare la crisi del debito.

L‘avvio debole di Wall Street non aiuta i mercati azionari a rialzare la testa.

In calo soprattutto i settori ciclici, in particolare i finanziari.

Attorno alle 15,35 italiane, l‘indice europeo FTSEurofirst 300 perde lo 0,8% circa. Sui singoli mercati, l‘indice Ftse 100 britannico scende dello 0,4% circa, il Dax tedesco dell‘1% circa e il Cac 40 francese dell‘1,5% circa.

Tra i titoli in evidenza:

* Nel quadro di un paniere dell‘automotive in rosso, VALEO si muove in controtendenza, beneficiando di un upgrade di Exane.

* Male le banche. Pesante CREDIT AGRICOLE: sarà l‘isituto più colpito in Europa dalle tasse sul settore, che potrebbero assorbire fino al 24% dell‘utile ante-imposte, scrive il Financial Times. Positiva BARCLAYS: Ubs ne ha incrementato il rating a ‘buy’ da ‘neutral’.

* Segno meno per le società minerarie, con VOESTALPINE particolarmente debole dopo che Citigroup ne ha tagliato la valutazione a ‘hold’ da ‘buy’. XSTRATA lascia sul terreno oltre due punti percentuali: secondo il Sunday Times, il gruppo è in pole position per acquisire la divisione colombiana di Drummond, operazione da 8 miliardi di dollari.

* Si difende il comparto della chimica, che beneficia dell‘offerta da 5,8 miliardi di dollari di DuPont per Danisco.

* In rosso le costruzioni, con HEIDELBERGCEMENT che arranca dopo aver lanciato un programma triennale finalizzato ad aumentare il cash flow di 600 milioni.

* Food&beverage sostenuto dal volo di DANISCO (+25% circa).

* Giù il paniere delle società finanziarie, con EURAZEO in caduta dopo che Exane ne ha peggiorato il giudizio ad ‘underperform’ da ‘neutral’.

* Galleggia lo stoxx dello healthcare, con LONZA a picco dopo che Deutsche Bank ne ha tagliato il rating a ‘sell’ da ‘hold’. SANOFI-AVENTIS zoppica dopo aver ammesso di aver avuto delle trattative con Genzyme anche sulla valorizzazione di un farmaco contro la sclerosi multipla.

* Restando al comparto dello healthcare, vola SMITH & NEPHEW, primo produttore di protesi per ginocchia e anche in Europa: Sky News, nel fine settimana, ha riferito che Johnson & Johnson ha avuto contatti con la società per acquisirne il controllo, per una cifra pari a 7 miliardi di sterline.

* Flessione contenuta per le conglomerate industriali, con INTERTEK che si giova della decisione di Credit Suisse di aggiungerla alla Focus List.

* Male le assicurazioni. In picchiata AGEAS: le società belghe pagano dazio all‘allargamento dello spread fra il benchmark decennale e il corrispettivo tedesco.

* Negativi i media. Morgan Stanley ha detto di essere ottimista, in ottica 2011, sul comparto, formulando giudizi positivi su REED ELSEVIER, SES, WPP, ITV e Sky Deutschland.

* In calo moderato i petroliferi. Morgan Stanley, in ottica 2011, si dice molto positiva sul segmento delle esplorazioni, alzando il rating di NESTE OIL a ‘equal weight’.

* Giù il paniere del lusso, con HERMES e LVMH che perdono terreno dopo che l‘associazione di difesa degli azionisti di minoranza ha annunciato che farà appello contro la decisione della Consob francese di dispensare i famigliari azionisti di Hermes dall‘obbligo di Opa.

* Attorno alla parità il retail. DELHAIZE positiva: Ing ne ha incrementato il target price a 60 da 57 euro.

* Tecnologici deboli, con ASML in difficoltà dopo che Kepler ne ha tagliato il rating a ‘reduce’ da ‘hold’.

* Le tlc beneficiano dei progressi di VODAFONE: Credit Suisse ne ha incrementato la valutazione ad ‘outperform’ da ‘neutral’. Nel comparto, tonica PORTUGAL TELECOM: Berenberg ha migliorato il giudizio a ‘hold’ da ‘sell’.

* Arranca lo stoxx dei viaggi e del tempo libero, con AIR FRANCE-KLM pesante dopo aver annunciato che le perturbazioni metereologiche incideranno sul fatturato per circa 70 milioni.

* Scendono le utilities. NATIONAL GRID in ribasso dopo che Rbs ne ha ridotto la valutazione a ‘sell’ da ‘hold’.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below