10 gennaio 2011 / 08:39 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in calo di oltre 2%, zavorrata da bancari

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in calo di oltre il 2%, con perdite più che doppie rispetto alle altre borse europee.

<p>Palazzo Mezzanotte sede della borsa di Milano.REUTERS/Stefano Rellandini</p>

L‘intero azionario europeo ha pagato i timori relativi alla crisi del debito nella zona euro e l‘attesa per gli esiti delle aste sui titoli di Stato di Portogallo, Italia e Spagna in calendario questa settimana.

I settori che hanno risentito maggiormente di questa situazione sono quello bancario e quello assicurativo che, dato il loro peso sugli indici italiani, hanno trascinato al ribasso la piazza milanese. Paradossalmente chiude con perdite minori di quelle di Piazza Affari, Lisbona. Secondo alcune fonti della zona euro interpellate nel fine settimana da Reuters, il Portogallo sarebbe sotto pressione da parte di Francia e Germania perchè chieda aiuti internazionali e scongiuri il contagio verso la Spagna.

Il Ftse Mib ha chiuso in calo del 2,36%, mentre l‘indice europeo FTSEurofirst 300 ha archiviato la seduta in ribasso dello 0,85%. Il Ftse All Share è sceso del 2,21% e il Midcap del 2,07%. Volumi per poco più di 2,5 miliardi di euro.

Seduta da dimenticare per i bancari, scesi ben oltre lo stoxx europeo di settore (-1,91%). INTESA SP ha perso il 5,69%, POP MILANO e UBI poco più del 4,8%, UNICREDIT il 3,66%.

Giù anche gli assicurativi, con GENERALI a -3%. Ma è FONSAI a registrare il maggior calo, a -7,49%. Secondo alcuni trader, la società è oggetto di uno ‘switch’ a favore di Unipol (-0,22%), oggi promossa a ‘buy’ da Deutsche Bank. Anche l‘altra società che fa capo alla famiglia Ligresti, MILANO ASSICURAZIONI, ha terminato la seduta in ribasso del 7,1%.

In controtendenza FIAT, che ha chiuso in rialzo dell‘1,41% sulla notizia che è salita al 25% di Chrysler. Termina la seduta poco sopra la parità anche FIAT INDUSTRIAL.

BULGARI si è rivelato il miglior titolo del paniere principale, festeggiando con un balzo di oltre il 3% la promozione di Bofa Merrill a “buy”.

LOTTOMATICA ha chiuso in forte ribasso (-5,2%) sotto la soglia dei 9 euro, dopo aver toccato il minimo storico a quota 8,83 euro. Volumi consistenti, pari a circa 1,7 volte la media giornaliera.

Tra i titoli a minore capitalizzazione, è scivolata la LAZIO (-2,4%), dopo la schiacciante sconfitta del Napoli.

PIERREL ha invece registrato un balzo del 13,7% dopo il contratto per la conduzione di uno studio clinico europeo nella terapia della iperplasia prostatica benigna con un farmaco innovativo.

MONDO HOME ENTERTAINMENT ha guadagnato oltre il 9% dopo che l‘AD Guglielmo Marchetti ha dichiarato a un settimanale che nelle prossime settimane si aspetta di concludere accordi con le maggiori emittenti televisive e di chiudere con le banche un accordo di ristrutturazione del debito.

Nuovo importante progresso di PININFARINA (+8,2%). Il gruppo ha ribadito in una nota che non è a conoscenza di informazioni tali da giustificare l‘andamento attuale del titolo e che il processo di vendita della società “è in una fase assolutamente iniziale”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below