3 gennaio 2011 / 09:43 / 7 anni fa

Borsa Milano inaugura 2011 in rialzo, balzano le due Fiat

<p>Un operatore di borsa. REUTERS/Frank Polich</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha concluso la prima seduta del 2011 in rialzo, meglio delle altre borse europee.

La giornata, contrassegnata dalla quotazione delle due società nate dallo spin off di Fiat, è stata alquanto convulsa: l‘indice principale della borsa milanese è stato sospeso per gran parte della mattinata per problemi tecnici legati al valore del divisor e successivamente sono stati cancellati tutti i contratti con sottostante l‘indice FTSE Mib conclusi dall‘apertura fino alla sospensione sui mercati Idem, SeDeX e ETFplus.

Il FTSE Mib ha chiuso in rialzo dell‘1,3%, l‘Allshare è salito dell‘1,25%, mentre il Ftse Mid Cap ha guadagnato l‘1,04%. I volumi sono pari a 1,7 miliardi di euro.

In Europa, con Londra chiusa, l‘indice benchmark delle borse continentali FTSEurofirst 300 è salito dello 0,88%.

* I titoli delle due società Fiat hanno chiuso la loro prima giornata di contrattazioni in netto rialzo. FIAT Spa, la società che mantiene le attività nell‘auto, ha chiuso a 7,02 euro, in rialzo del 4,91% rispetto al prezzo di riferimento rettificato al 30 dicembre di 6,696 euro, mentre FIAT INDUSTRIAL ha terminato la seduta in rialzo del 3,05% a 9 euro rispetto al prezzo di riferimento di 8,7340 euro. “La volatilità è scesa nell‘ultima parte della seduta, è possibile un consolidamento di questi prezzi” ha commentato un trader.

Il comparto automotive ha brillato in tutta Europa, con lo stoxx di settore salito di oltre il 3%.

* Tonico anche il comparto bancario. Si sono messi in luce soprattutto UNICREDIT (+2,3%) e POP MILANO (+1,72%). Un trader evidenzia come questi titoli avessero sofferto molto lo scorso anno. Si ferma invece poco sopra la parità BANCO POPOLARE.

* In deciso rialzo, oltre il 2%, STM e SAIPEM.

* In controtendenza invece DIASORIN, peggior titolo del listino principale, con una perdita superiore al 2%.

* ATLANTIA è salita dell‘1,38% dopo gli adeguamenti tariffari 2011 concessi dall‘Anas e che, per la controllata Autostrade per l‘Italia, sono stati pari ad un incremento dell‘1,92%. Per un trader l‘aumento è stato più o meno in linea con le attese. Autostrade per l‘Italia ha inoltre raggiunto con Toto l‘accordo per la cessione, per 89 milioni, della partecipazione detenuta in Strada dei Parchi.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione, PININFARINA ha guadagnato l‘8,8%. Lo scorso 31 dicembre il quotidiano Le Figaro ha scritto che la cinese Beijing Automotive Industry Company (Baic) “si appresterebbe a depositare un‘offerta d‘acquisto” sulla casa automobilistica.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below