30 dicembre 2010 / 07:09 / tra 7 anni

Dollaro debole, ne beneficiano yen e dollaro australiano

TOKYO (Reuters) - Nuovo momento di debolezza per il dollaro che scivola sui minimi da sette settimane sullo yen e da ben 28 anni sulla valuta australiana.

Il ribasso dei rendimenti sui Treasury, scattato ieri sera dopo l‘ottimo risultato dell‘asta di governativi americani a sette anni (che seguiva di un giorno il collocamento piuttosto deludente dei quinquennali), è stato colto da molti investitori come un‘occasione per vendere il biglietto verde.

“Alcuni operatori stanno probabilmente allestendo posizioni per l‘anno prossimo. Dal momento che si ritiene che la Fed continuerà a stampare dollari, il dollaro sembra destinato ad indebolirsi durante l‘anno” spiega Tsutomu Soma di Okasan Securities.

Considerati i problemi che allo stesso tempo affliggono l‘euro - notano gli esperti - il mercato cerca alternative in valute come appunto lo yen, il dollaro australiano o il franco svizzero.

Alle 7,50 italiane il dollaro tratta sullo yen a 81,40 da 81,63 di ieri in chiusra, dopo essere sceso fino a 81,28, minimo da quasi due mesi.

Nuovo massimo da 28 anni, nel corso della seduta, a 1,0198, per il dollaro australiano sul dollaro Usa, ora a 1,0175 di 1,0180 di ieri.

Poco mosso oggi invece il cambio euro-dollaro, che passa di mano a 1,3242 da 1,3221 - sempare tuttavia prossimo ai massimi da quasi due settimane visti martedì.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below