22 dicembre 2010 / 10:30 / 7 anni fa

Greggio intorno a massimi 2 anni su scorte Api, clima freddo

LONDRA (Reuters) - Il greggio è in rialzo intorno ai massimi degli ultimi due anni, sostenuto dai dati che hanno mostrato un calo delle scorte Usa di petrolio e benzina, dal clima freddo e dal dollaro debole.

Intorno alle 11,05 il contratto Usa per consegna febbraio guadagna 45 cent a 90,27 dollari al barile, solo per la seconda volta dal 2008 sopra quota 90.

La scadenza analoga sul Brent avanza di 53 cent a 93,73, sui livelli più alti da ottobre 2008.

Ieri i dati dell‘American Petroleum Institute hanno evidenziato una flessione di ben 5,8 milioni di barile nelle riserve settimanali di greggio, superando le attese degli analisti.

“I grossi cali nelle scorte di greggio e benzina dei dati Api hanno spinto al rialzo le quotazioni del petrolio. Ma l‘interesse all‘acquisto intorno a questo livello, intorno a 90 dollari, non è così forte”, commenta Ken Hasegawa del broker giapponese Newedge. Dai dati Api è emerso anche un calo inatteso di 2,9 milioni nelle riserve di benzina.

Le statistiche Eia sono invece in calendario oggi.

A sostenere i prezzi del greggio contribuisce anche l‘ondata di gelo nel Nord Europa e negli Stati Uniti.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below