15 dicembre 2010 / 08:49 / tra 7 anni

Borsa Milano chiude in calo, pesano bancari su timori Spagna

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in ribasso una giornata pesante su tutti i mercati europei per la minaccia di un downgrade della Spagna.

<p>Un'immagine della Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

I primi titoli a risentirne sono i bancari, che da inizio mese avevano provato a recuperare terreno dopo gli ultimi scivoloni. Scarsi gli spunti positivi sul listino milanese e che riguardano qualche titolo energetico e industriale.

“La minaccia di un downgrade sulla Spagna appesantisce il clima e alimenta i timori anche sull‘esisto dell‘asta spagnola sui titoli di stato di domani”, osserva un gestore.

L‘indice FTSE Mib cede l‘1,44%, il FTSE All Shares perde l‘1,32%, mentre il Mid Cap perde lo 0,97%. Volumi per un controvalore di 2,1 miliardi di euro circa.

Il peso dei bancari sul listino milanese rende Piazza Affari la peggiore borsa in Europa insieme a Madrid.

L‘indice europeo FTSEurofirst arretra dello 0,35%.

* I big bancari italiani registrano perdite superiori al paniere settoriale europeo, in calo dell‘1,6%: UNICREDIT lascia sul terreno il 4,18%, MONTEPASCHI il 3,73%, POP MILANO il 2,83% e UBI il 2,76%.

Sui quattro istituti pesa anche il taglio di rating di Nomura che è più negativo per la banca senese (a ‘reduce’ da ‘neutral’), ritenendo probabile un aumento di capitale. Non si discostano le performance del BANCO POPOLARE (-3,22%) e di INTESA SANPAOLO (-2,83%)

* Il FTSE Mib è inoltre appesantito da titoli del calibro di TELECOM ITALIA (-1,6%), GENERALI (-1,3), ENI (-1%) e ENEL (-0,8%), con gli operatori che parlano di un sentiment negativo sul mercato in generale senza citare temi specifici.

* Male anche MEDIASET (-1,3%) che risente di prese di profitto dopo i guadagni della vigilia.

* Giornata pesante per TOD‘S che cede l‘8,9% a 76,51 euro allineandosi sostanzialmente al prezzo del collocamento del 10% della societa da parte dei fratelli Della Valle concluso stamattina.

Citi sottolinea come l‘operazione non sia stata una completa sorpresa considerati gli obiettivi di aumento della liquidità del titolo e, ricordano la recente salita nel retailer Usa Saks, ipotizza che Della Valle “possa guardare ad opportunità di investimento al di fuori del business di famiglia”.

* Sul fronte dei rialzi GEOX è il miglior titolo del FTSE Mib con +2,37%: secondo un operatore si tratta di un rimbalzo tecnico.

Positive UNIPOL, SNAM, BUZZI, CAMPARI e FIAT

* PREMAFIN chiude in calo del 2,59%. Ieri Unicredit ha dato il via libera alla ristrutturazione del debito, ma ha deciso di non entrare nel consorzio di garanzia per l‘aumento di capitale.

* Tra i minori in calo di oltre il 9% AICON dopo la presentazione dei conti, la revisione del piano industriale e l‘approvazione dell‘aumento di capitale.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below