14 dicembre 2010 / 06:50 / tra 7 anni

Borse Europa, indici incerti, pesano prese beneficio

MILANO (Reuters) - Avvio di seduta all‘insegna dell‘incertezza per le borse europee. Sulla scia dell‘andamento dei mercati asiatici, pesano le prese di beneficio.

<p>La borsa di Francoforte. REUTERS/Remote/Amanda Andersen</p>

Panieri sostanzialmente tutti attorno alla parità, con movimenti contenuti.

Tra i singoli mercati, Londra, Parigi e Francoforte si muovono vicini ai livelli della chiusura di ieri.

I titoli in evidenza:

* Realizzato l‘automotive. RENAULT in moderato ribasso dopo che la partecipata Nissan ha ampliato la partnership con Mitsubishi.

* Poco mosse le banche. Tonica JULIUS BAER: Cheuvreux ha alzato il target price a 51 da 46 franchi svizzeri.

* In calo le società minerarie. Cade la finlandese OUTOKOMPU, che ha lanciato un profit warning sul quarto trimestre. Il comparto registra la debolezza del produttore di acciaio SSAB, che si è visto soffiare l‘amministratore delegato dal gruppo ingegneristico SANDVIK. E ancora, il produttore di alluminio norvegese NORSK HYDRO arretra dopo aver annunciato lo slittamento alla prima metà del 2011 dell‘acquisizione da 4,9 miliardi di dollari della brasiliana Vale.

* Nel quadro di un paniere della chimica piatto, spicca la tonicità di LANXESS, che ha annunciato l‘acquisizione di Dsm Elastomers per 310 milioni di euro. Bene ARKEMA: Nomura ha avviato la copertura con ‘buy’.

* Al palo le costruzioni e il food&beverage, che vede galleggiare UNILEVER dopo che Matrix ne ha avviato la copertura con ‘add’.

* Senza spunti il comparto delle holding finanziarie, mentre lo healthcare registra la corsa di MEDA, che ha annunciato l‘acquisizione dei prodotti venduti senza ricetta medica negli Usa da GLAXOSMITHKLINE per 235 milioni di corone svedesi.

* Deboli le conglomerate industriali, ma TRAVIS PERKINS beneficia dell‘incremento di rating, ad ‘add’ da ‘hold’, deciso da Seymour Pierce.

* In rosso gli assicurativi, con AVIVA debole dopo che Ubs ne ha avviato la copertura con ‘neutral’.

* Soffrono i media, con VIVENDI che non beneficia del miglioramento del target price, a 24,5 da 24 euro, da parte di Deutsche Bank.

* Zoppicano i petroliferi. La norvegese PETROLEUM GEO-SERVICES in picchiata dopo aver aggiornato la guidance sull‘anno prossimo.

* Nel contesto di un paniere del lusso in ribasso, SEB viaggia in controtendenza: Natixis ne ha incrementato il target price a 85 da 75 euro.

* Segno meno per il retail, mentre i tecnologici sono penalizzati soprattutto dalla flessione di ALCATEL-LUCENT.

* Si difendono le tlc, che registrano la discreta andatura di VODAFONE, il cui target price è stato portato da Nomura a 205 da 200 pence.

* Il paniere dei viaggi e del tempo libero arranca, ma AIR FRANCE-KLM brilla dopo che Credit Suisse ne ha alzato il rating ad ‘outperform’ da ‘neutral’.

* Buona performance delle utilities, con EDF in evidenza, sebbene JP Morgan ne abbia tagliato il target price a 44 da 50 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below