13 dicembre 2010 / 08:36 / tra 7 anni

Iren vede mol 2015 a circa 1 mld, investimenti a 2,4 mld

MILANO (Reuters) - La multiutility Iren vede nel suo piano industriale al 2015 il raggiungimento di un margine operativo lordo a 1 miliardo di euro con crescita media annua di oltre il 10%, inclusivo di sinergie per circa 70 milioni che si prevede verranno realizzate al 70% nei primi tre anni di piano.

<p>Una serie di banconote da 10 euro confezionate in una banca a Vienna. REUTERS/Heinz-Peter Bader</p>

E’ quanto si legge in una nota. Il piano sarà presentato stamani agli analisti.

Nell‘arco del piano sono previsti investimenti per oltre 2,4 miliardi di euro destinati allo sviluppo di rilevanti progetti avviati e alla crescita per linee esterne, supportato da dismissioni di asset no core e dalla realizzazione di partnership specifich3.

“Nel periodo 2011-2015 il gruppo Iren intende concentrare le proprie attività di sviluppo nei settori idrico, ambiente e teleriscaldamento per linee di crescita sia interna che esterna”j si legge. “Nei settori liberalizzati il gruppo si pone l‘obiettivo di accrescere l‘attuale base clienti finali nella fornitura di vettori energetici (gas ed elettricità) e di ottimizzare il proprio portafoglio di approvvigionamento gas e generazione”.

Il piano non esclude la dismissione di asset non strategici e la crescita per linee esterne, che sarà sostenuta anche da partnership specifiche. La dismissione di asset non strategici renderà disponibili ulteriori risorse per focalizzarne l‘allocazione sul piano di sviluppo.

La posizione finanziaria netta stimata a fine piano è pari a circa 2,5 miliardi di euro con un rapporto Net Debt/Ebitda in discesa a circa 2,5 volte (3,6 volte al 2009), grazie ad un pieno equilibrio sul fronte dei flussi finanziari.

Andando nei singoli dettagli, nei prossimi cinque anni, il gruppo si attende che il mol sarà generato per il 46% dai servizi idrici integrati, per il 18% dall‘ambiente, per il 15% della generazione elettrica e calore e per il 10% dalle infrastrutture energetiche.

Riguardo a quest‘ultimo punto, gli obiettivi di sviluppo prevedono il completamento del rigassificatorte di Livorno (Olt), il cui avvio è previsto a inizio 2012 con una capacità di rigassificazione autorizzata pari a 3,75 miliardi di metri cubi annui di gas naturale.

Alle 9,10 il titolo sale dello 0,48% a 1,24 euro a Piazza Affari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below