2 dicembre 2010 / 08:27 / 7 anni fa

Borsa Milano sbanda con Trichet, poi vola con i finanziari

<p>Un operatore di borsa. REUTERS/Brendan McDermid</p>

MILANO (Reuters) - Le parole di Trichet scuotono temporaneamente Piazza Affari dove nelle parte finale della seduta prevale con forza l‘ottimismo degli investitori.

Il listino di Milano, dopo essere arrivato a guadagnare circa due punti percentuali, ha sbandato sulle parole del presidente della Bce. Metabolizzato l‘intervento di Trichet, che ha avuto impatto soprattutto, ma per poco, sui titoli bancari, i mercati hanno ripreso slancio.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato il 2,49%, tornando sopra quota 20.000 punti (20.054,09 punti la chiusura), livello che aveva rotto lunedì scorso. L‘AllShare è salito del 2,51% e il MidCap del 3,27%. Volumi per un controvalore di circa 4,05 miliardi.

* Come di consueto, il ritmo della seduta è stato scandito dalle banche. Tonici in avvio, i titoli degli istituti di credito italiani si sono progressivamente sgonfiati, peggiorando sulle dichiarazioni di Trichet, per rafforzarsi nell‘ultima parte della giornata. UNICREDIT protagonista assoluta: arrivata a guadagnare oltre tre punti percentuali, la banca guidata da Federico Ghizzoni è arretrata in corrispondenza delle parole del numero uno della Bce, per riaccelerare successivamente e chiudere con un balzo del 4,03%. UniCredit “si è mossa in linea con le altre grandi banche europee”, commenta un dealer. Il paniere europeo è salito del 2,61%. Intensi gli scambi su Piazza Cordusio: è passato di mano oltre il 4,7% del capitale.

* Poco più caute le altre banche. MONTEPASCHI è avanzata del 3,17% e UBI del 3,46%. INTESA SANPAOLO, dopo aver arrancato per buona parte della giornata, ha messo a segno un rush finale, terminando con un progresso del 3,76%.

* SAIPEM brillante: +4,74%. Goldman ha alzato il target price, confermando ‘buy’.

* Tra i petroliferi, positiva ENI (+1,48%). Fuori dal paniere principale, volo di SARAS (+8,3%), promossa da Goldman a “neutral” da “sell”. Tonica ERG: +3,29%.

* Comprate le società legate alle fonti rinnovabili. KERSELF (+20,77%) mette a segno il secondo giorno consecutivo con progressi a due cifre. Bene ERG RENEW (+4,31%) e FALCK RENEW (+2,79%).

* Spunto di LUXOTTICA (+4,65%). Un operatore ritiene che “benefici a scoppio ritardo del ‘buy’ dell‘altro giorno di Citi: sino a ieri, i mercati erano sotto pressione”.

* Segno meno per GEOX: -0,9%.

* Le utilities si confermano comparto difensivo, terminando piatte. Fa eccezione A2A: +2,98%. Un trader ritiene che la performance dell‘utility lombarda sia legata alla previsione di dividendo contenuta nel budget del Comune di Milano (azionista con il 27,456% del capitale). In sostanza, la giunta guidata da Letizia Moratti ha previsto di incassare l‘anno prossimo 83 milioni da A2A, ovvero 0,097 euro per azione, a fronte degli 0,07 euro distribuiti sull‘esercizio 2009. Nel maggio scorso, Giuliano Zuccoli, presidente del consiglio di gestione, aveva detto di puntare ad un ritorno ad un dividendo di circa dieci centesimi nei prossimi tre-quattro anni.

* In denaro gli assicurativi: il paniere europeo è avanzato del 2,49%. A Milano, GENERALI ha messo a segno un progresso del 4,5%, UNIPOL del 4,21% e FONDIARIA-SAI del 3,57%.

* Nel contesto di un settore automotive reso euforico (lo stoxx europeo è balzato del 3,55%) dall‘andamento delle vendite negli Usa (+17%), FIAT meno brillante, frenata, interpreta un trader, dalle immatricolazioni in Italia: +1,05%. Meglio la controllante EXOR (+2,36%) e altri titoli del comparto, come PININFARINA (+6,58%), LANDI RENZO (+7,66%) e BREMBO (+4,04%).

* ITALCEMENTI (+5,02%) e BUZZI UNICEM (+4,87%) sintonizzati con un paniere delle costruzioni (+3%) in gran spolvero.

* Debole STMICROELECTRONICS (+0,29%), che, interpretano gli operatori, risente delle indiscrezioni sulla valutazione della quota del 14% che dovrebbe passare al fondo Fsi da Areva.

* Eliminata con una giornata di anticipo dalla fase a gironi dell‘Europa League, per effetto del pareggio con il Lech Poznan, la JUVENTUS ha lasciato sul terreno il 2,17%.

* Rally nel finale di DADA dopo che Reuters ha pubblicato l‘indiscrezione su un interesse di Carlyle e Clessidra: +6,05% da un andamento piatto in precedenza.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below