28 ottobre 2010 / 08:58 / tra 7 anni

Banche, Guzzetti: modificare norme su imposte differite attive

ROMA (Reuters) - Per mettere le banche italiane sullo stesso piano competitivo delle concorrenti in vista dell‘entrata in vigore di Basilea 3, occorre modificare le norme sulle imposte differite attive.

Lo ha detto il presidente dell‘Acri Giuseppe Guzzetti nel discorso preparato per la Giornata Mondiale del risparmio affrontando il tema dell‘impatto delle nuove regole sui criteri patrimoniali per gli istituti di credito.

“Il sistema bancario italiano è certamente svantaggiato” dal punto di vista fiscale, ha detto Guzzetti.

“Mi auguro che il legislatore voglia prendere in considerazione una modifica, equa seppure graduale, di quelle disposizioni che possono indebolire la capacità competitiva del nostro sistema bancario. Mi riferisco soprattutto al tema delle imposte differite attive”, ha aggiunto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below