28 ottobre 2010 / 06:13 / tra 7 anni

Banca Mondiale lancia schema per "rinverdire" conti stati

NAGOYA, Giappone (Reuters) - La Banca Mondiale ha lanciato oggi un programma destinato ad aiutare i paesi ad assegnare un valore alla natura, esattamente come per il Prodotto interno lordo, nel tentativo di fermare la distruzione delle foreste, delle aree umide e le barriere coralline che sono di sostegno alle aziende e le economie.

<p>Un ambientalista giapponese oggi a Nagoya, dove si sta svolgendo la Conferenza Onu sulla Biodiversit&agrave;. REUTERS/Yuriko Nakao</p>

Il progetto pilota di cinque anni, sostenuto da India, Messico e altre nazioni, mira a inserire la natura nei conti nazionali per valutare a pieno il beneficio di “servizi” come la protezione delle coste dalle mangrovie o i bacini imbriferi per i fiumi che servono città e terreni destinati alla coltivazione.

“Oggi siamo qui per creare qualcosa che non è mai stato provato prima: una partnership globale che può cambiare in modo fondamentale il modo in cui i governi valutano i loro ecosistemi”, ha detto il presidente della Banca Mondiale Robert Zoellick ai giornalisti a Nagoya, in Giappone, dove si sta svolgendo la fase finale dei negoziati sulla difesa della cosiddetta biodiversità.

Nella città giapponese sono oltre 100 i ministri che partecipano al meeting delle Nazioni Unite per cercare di giungere a uno storico obiettivo, quello di fissare nuovi obiettivi entro il 2020 per combattere la perdita di specie animali e vegetali da deforestazione, inquinamento, caccia senza limiti e cambiamenti climatici.

Uno degli obiettivi riguarda l‘inclusione dei valori della diversità biologica nei piani nazionali di sviluppo o addirittura nei conti economici nazionali.

“Un potente sistema per mostrare ai ministeri delle Finanze il vero valore degli ecosistemi è integrare il valore del capitale naturale nei sistemi nazionali di conto”, ha detto Zoellick.

Il ministro norvegese dell‘Ambiente Erik Solheim ha detto ai giornalisti che le aziende che distruggono risorse naturali dovrebbero essere ritenute responsabili: “Il costo completo dell‘impatto negativo sugli ecosistemi deve essere coperto da coloro che traggono benefici dalla loro distruzione”.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below